lunedì 15 aprile 2024
  • 0
di Lorenzo Bertocchi
il Timone N. 238 di Aprile 2024

«Senza speranza, fede e carità sono solo un cimitero»

«Noi abitiamo qualcosa di unico». È questa l’affermazione con cui mi accoglie un toscano che vive in Toscana e che ha scritto un libro intitolato Dio abita in Toscana (Rizzoli). Considerando l’alto tasso di campanilismo che spesso accompagna gli abitanti della regione, si potrebbe pensare di essere di fronte a un libro partigiano. Una specie di viaggio in Toscana, come tanti altri magari, forse solo un po’ più devoto, visto che a scriverlo è appunto un senese doc come Antonio Socci.

Mi scusi, non è troppo facile che uno come lei dica che Dio abita in Toscana?

«Posso prenderla larga?».

Prego.

«Innanzitutto Dio è tutto in tutto».

Forse è un po’ troppo larga…

«Voglio dire che per comprendere razionalmente che Dio esiste, e che l’uomo ha un’anima immortale, e che c’è una legge morale dentro di noi, e che c’è un ordine razionale di straordinaria grandezza nell’Universo non c’era bisogno del cristianesimo, perché…

Per leggere l’intervista acquista Il Timone o abbonati

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Aprile.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.