domenica 28 febbraio 2021
  • 0
di Carlo Susa
il Timone N. 203 di Febbraio 2021
Il sogno di Wagner e la realtà

L’influenza di Richard Wagner (1813-1883) sull’epoca contemporanea è probabilmente uno dei fenomeni culturali più misconosciuti, anche dagli “addetti ai lavori”. In genere, si tende a limitarla all’ambito della musica colta e a considerarla come “datata”, collocandola nell’epoca in cui visse e in quella immediatamente successiva.

Una riconsiderazione delle opere, degli scritti teorici e della vita di Wagner che non si limiti a valutarne solo l’influenza sulla storia della musica oggi potrebbe invece portarci a concludere che il mondo in cui viviamo sia molto più wagneriano di quanto non sia, ad esempio, marxista, nietzschiano, o freudiano (tanto per citare tre suoi celebri contemporanei).Causa principale di questa sorta di “eclissi” dei crediti che Wagner può vantare sul nostro tempo è certamente la sua “impresentabilità”, legata alle sue convinzioni antisemite e all’uso che della sua arte e della sua figura fece il nazismo. Qui si cercherà di andare oltre questi temi ampiamente dibattuti, limitandosi a fornire alcune suggestioni, che dovrebbero… (per continuare a leggere abbonati o acquista Il Timone)

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Febbraio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il Timone

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone dal tuo PC, da tablet o da smartphone

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: