mercoledì 29 maggio 2024
  • 0
   
il Timone N. 87 di Novembre 2009

Vivaio

 

 

 

 

Santo prete sul Titanic
L’orgoglio della modernità che voleva sfidare il Cielo, rendendo l’uomo onnipotente grazie alla scienza e alla tecnica, muore nella gelida notte tra il 14 e il 15 aprile del 1912. In quelle ore affonda la più grande nave mai costruita e dichiarata con assoluta fiducia “inaffondabile”. Invece, bastò il viaggio inaugurale per inabissarsi nell’Oceano, portando con sé 1500 persone. Il nome stesso esprimeva la sfida: Titanic, come i Titani della mitologia che vollero far guerra agli Dèi e finirono invece vinti e inabissati negli inferi. I passeggeri erano ben 2.200. Tra essi, solo tre i sacerdoti cattolici: la nave...
Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Novembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.