lunedì 21 settembre 2020
  • 0
NEWS 9 aprile 2015    
A dicembre saranno beati
i francescani vittime dei comunisti peruviani di «Sendero Luminoso»

di H. Sergio Mora

 

Una piazza in onore dei giovani missionari polacchi Michal Tomaszek e Zbigniew Strzakowski, uccisi l’8 agosto 1991 in Perù, dai guerriglieri marxisti del Sendero Luminoso, è in costruzione nel luogo del loro martirio.

Secondo quanto riferito a ZENIT da padre Angelo Paleri OFMC, postulatore dei due martiri suoi confratelli e del sacerdote italiano Sandro Dordi, anch’egli ucciso dagli uomini di Sendero Luminoso il 25 agosto dello stesso anno.

“Lo scorso 15 febbraio, il vescovo emerito Bambarén ha benedetto la pietra angolare della piazza dei martiri nel villaggio di Pariacoto. Vi sarà  un parcheggio per permettere ai pellegrini di visitare il luogo dove sono stati uccisi i frati polacchi”, ha detto il postulatore, ricordando che il nuovo sindaco di Pariacoto “ci ha invitato a benedire questo luogo, perché il comune vuole dare un contributo ai pellegrinaggi che avranno luogo”.

Il postulatore ha aggiunto che “mentre i tre martiri sono stati uccisi dai guerriglieri maoisti-leninisti, in Guatemala, fu un gruppo paramilitare a uccidere il vescovo Arnulfo Romero. Infatti, in America Latina e in molte parti del mondo, la Chiesa e i missionari sono perseguitati sia da destra che da sinistra, perché la predicazione del Vangelo è scomoda per chi segue altre ideologie. Questa ne è la prova”. Ha poi ricordato che “in Perù, durante il periodo del conflitto, nell’ambito della Commissione per la Giustizia e la Verità, circa 70mila persone state uccise da ambo le parti”.

Il postulatore ha poi detto che la data fissata per la beatificazione è il 5 dicembre 2015 ma si attende ancora la conferma da parte della Segreteria di Stato.

Padre Angelo Paleri è postulatore da dieci anni e ha appena concluso la sua terza visita in Perù. “Sono andato lì per completare la positio, per vedere i siti e comprendere meglio la situazione”, ha detto. Ha poi aggiunto che “i cattolici e le persone vicine alla Chiesa hanno espresso il desiderio di vedere elevati agli altari questi fratelli che vengono da lontano e hanno dato la vita per loro. Questi sacerdoti avrebbero potuto fuggire ed allontanarsi e tutti hanno avuto la possibilità di farlo e poi tornare. Ciò vale per i due frati e per don Sandro ma la gente si sarebbe sentita tradita”.

L’attuale vescovo Piorno ha chiesto alla Congregazione per le Cause dei Santi “che si possano porre i corpi in una piccola cappella in fondo alla chiesa, quando sarà fatta la riesumazione, probabilmente nel mese di agosto”.

Il postulatore ha anche detto che i corpi dei missionari uccisi sono stati portati a Casma, la più grande città della costa, per l'autopsia. Poi, quando i corpi sono stati restituiti, è uscita gente da ogni località per seguirli e pregare per loro. A Pariacoto si è tenuta la funzione funebre e ora le loro tombe sono poste al centro della chiesa.
 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: