martedì 28 novembre 2023
  • 0
NEWS 1 Febbraio 2023    di Federica Di Vito

«Avevo un tumore al cervello ma a Lourdes sono guarito»

Siamo in Brazil, in Indiana. Padre John Hollowell, un sacerdote dell’arcidiocesi di Indianapolis, risulta completamente guarito da un grave tumore al cervello dopo essersi recato a Lourdes. Per quanto straordinaria sia la guarigione fisica, c’è dell’altro. «Avevo scoperto del tumore l’11 febbraio 2020, ricorrenza di Nostra Signora di Lourdes», racconta in un video YouTube dove ha un canale con 30.500 followers, «quella sera ho avuto la messa nella Cappella di Nostra Signora di Lourdes». Racconta poi la storia della clinica, legata a una visione di un abate francescano: «L’abate aveva avuto la visione di un ospedale e Gesù gli disse di andare in città e cercare il dott. Mayo. Quindi l’ha fatto, ed è così che è iniziata la clinica. Le suore sono state le prime infermiere dell’ospedale. Nello stesso edificio della clinica si trova la cappella di Nostra Signora di Lourdes».

«Volevo che questo sacrificio fosse per le vittime degli abusi del clero». Padre Hollowell racconta di aver capito che la sua malattia era la risposta a una preghiera che aveva fatto dopo gli scandali degli abusi sacerdotali ed episcopali degli ultimi decenni, a partire dai casi di Boston del 2001 allo scandalo McCarrick nel 2019. «Nel 2018, ho chiesto, se fosse la volontà di Dio, che mi potesse essere data una piccola parte della Croce da portare per le vittime di abusi sacerdotali… Sento che questa sia quella croce, e la abbraccio volentieri. Mi piacerebbe avere una lista di vittime di abusi sacerdotali per cui potrei pregare ogni giorno. Vorrei dedicare ogni giorno delle mie cure a 5-10 vittime e vorrei, se possibile, anche scrivere loro una nota che faccia sapere le mie preghiere per loro», questo era stato il suo desiderio.

Durante il suo primo intervento aveva una lista di 170 nomi. Quando i medici gli riferirono che dopo ulteriori trattamenti non era completamente guarito, padre Hollowell decise di offrire la sua vita a Dio in riparazione per i peccati di abusi sessuali perpetrati da sacerdoti e vescovi e per la guarigione di coloro che avevano subito tali abusi, «quindi la preghiera è diventata… Se è la volontà di Dio, anche se fosse morire, non ho paura, sono in pace con questo». Dal primo intervento padre Hollowell ha ricevuto messaggi da centinaia di vittime che chiedevano preghiere, alcuni ringraziandolo, altri fornendo solo i loro nomi e le loro storie. «Alcune persone sono fuori dalla Chiesa, altre rimangono», racconta.

Parte per un pellegrinaggio a Lourdes con l’80% del tumore ancora presente, poi completamente scomparso al ritorno. Annunciando la sua guarigione online, il sacerdote ha espresso profonda gratitudine a Dio e ha detto di sperare che servisse a riportare anime dentro la Chiesa. «Ho pensato che, se vado a Lourdes e sono guarito lì, allora questo potrebbe avere un impatto su alcuni dei miei familiari e amici della Chiesa cattolica. Grazie a Dio. Sono solo entusiasta, sarei stato felice in entrambi i casi, ma di nuovo, lo ripeto, sono andato a Lourdes e sono stato guarito». (Fonte) (Fonte foto)

ABBONATI ALLA RIVISTA!


Potrebbe interessarti anche