sabato 08 maggio 2021
  • 0
NEWS 20 maggio 2019    di Redazione

Avviata la procedura per ucciderlo. E Vincent piange

«Quando Vincent ha visto i suoi genitori, che gli hanno comunicato la decisione dei medici, Vincent si è messo a piangere: lui sente tutto quello che succede attorno a lui», ha dichiarato David Philippon, fratellastro.

La decisione di questa mattina dei medici avviene contro i genitori, contro la disponibilità di varie case di cura francesi disponibili ad accogliere Lambert, contro il parere di molti altri medici. Ricordiamo che Vincent non è connesso ad un ventilatore (la respirazione è autonoma), né sottoposto a stimolazione cardiaca (il battito è spontaneo), e neppure oggetto di terapie intensive o subintensive che possano configurare una situazione clinica ed etica di “accanimento terapeutico”.

Quando e chi si può arrogare il diritto di decidere che una vita ha o non ha significato?

Ecce homo:


Potrebbe interessarti anche