domenica 23 giugno 2024
  • 0
Chi meglio di Maria può introdurci nel mistero del Natale?
NEWS 24 Dicembre 2023    di don Giorgio Bigazzi

Chi meglio di Maria può introdurci nel mistero del Natale?

IV Domenica di Avvento – Vigilia del Santo Natale

Siamo giunti alla quarta e ultima domenica di Avvento che quest’anno coincide con la vigilia del Santo Natale.

Il brano del Vangelo di oggi ci presenta il momento in cui san Gabriele Arcangelo annunzia a Maria Santissima che sarebbe divenuta la Madre del Redentore. Chi, dunque, meglio della Vergine potrebbe introdurci nel mistero della nascita di Gesù, nella povera grotta di Betlemme? La Madonna occupa certamente un posto importantissimo e unico nel cammino dell’Avvento, in quanto per prima, e in maniera mirabile, ha atteso la realizzazione delle divine promesse.

Maria Santissima è quindi per noi modello di vera Fede, di disponibilità e di obbedienza al Signore. Ella ci precede, ci guida con la sua Fede pura e ardente, aurora della Redenzione, punto di riferimento per noi, via sicura che conduce a Cristo.

È necessario, anzi imperativo in questo periodo storico, che potremmo definire con san Giovanni Paolo II “oscura notte del male” in cui il mondo ha rifiutato Dio, rivolgersi a Colei che ha schiacciato la testa all’infernale serpente.

Abbiamo sentito come il santo Arcangelo si rivolge a Maria Vergine chiamandola “piena di grazia” e invitandola a rallegrarsi. Il motivo di questo invito arriva subito dopo: “Il Signore è con te”! Quando noi diciamo che la nostra fede è gioia, intendiamo proprio questo! La vera felicità ci è data dalla nostra vicinanza a Cristo e dall’amore che nutriamo per Lui.

Comprendiamo perciò dalle parole di san Gabriele che la vera gioia, quella piena, quella perfetta, proviene dalla grazia e dunque dalla nostra comunione con Dio. Se è il Signore che, per infinito amore, ci ha creati pur non avendo alcun bisogno di noi, è solo rimanendo in questo suo Amore che troveremo quel compimento della nostra vita che ci porta alla vera e perfetta felicità.

Cosa dobbiamo fare allora? È molto semplice: spalancare, come ha fatto Maria, la porta del nostro cuore, accogliendo in noi Gesù e ricordando sempre che tutto ciò che Egli dispone è volto al bene di quelli che lo amano.

Chiediamo, nella nostra preghiera, a Maria Santissima che sia Lei ad aiutarci a preparare la “culla” del nostro cuore ad accogliere Gesù!


Potrebbe interessarti anche