mercoledì 24 luglio 2024
  • 0
«Come sono diventato cattolico». Un pezzo da 90 della politica USA si «confessa» in pubblico
NEWS 11 Agosto 2014    

«Come sono diventato cattolico». Un pezzo da 90 della politica USA si «confessa» in pubblico

Newt Gingrich, veterano della politica Repubblicana e conservatrice statunitense, presidente della Camera federale di Washington dal 1995 al 1999, è uno dei grandi protagonisti da decenni della scena pubblica degli Stati Uniti. Per molti è solo un "vecchio" e cinico opportunista. Sia come sia, Gingrich oggi è cattolico.

La storia della propria conversione l'ha racconta lui stesso, il 26 aprile 2011, in forma di articolo, pubblicato con il titolo Newt Gingrich: Why I Became Catholic, sul National Catholic Register ovvero il più antico periodico cattolico nazionale degli Stati Uniti.

Non è frequente che uomini politici di tale levatura si "confessino" in pubblico così:

«Quel giorno colsi infatti scorcio di Papa Benedetto, e ciò che mi colpì furono la gioia e la serenità che da lui promanavano. Ecco, la presenza lieta e radiosa del Santo Padre fu per me il momento della conferma di molte cose che ero andato meditando e sperimentando per diversi anni. Quella sera dissi allora a mons. Rossi che volevo essere ricevuto nella Chiesa Cattolica ed egli accettò di unirsi a Callista, mia madrina, in qualità di mio padrino. Sotto la sua direzione, studiai il Catechismo della Chiesa Cattolica per l’intero anno successivo e finalmente venni ricevuto nella Chiesa nel marzo 2009, durante la bella liturgia celebrata nella chiesa di San Giuseppe, sulla collina del Campidoglio – St. Joseph’s at Capitol Hill -, a Washington. Dopo un viaggio nella fede durano dieci anni – o forse una vita intera -, ero finalmente a casa».