lunedì 06 dicembre 2021
  • 0
NEWS 30 Maggio 2021    di Lorenzo Bertocchi

È morto Gianfranco Morra, «cattolico integrale»

Venerdì scorso è morto il professor Gianfranco Morra all’età di 90 anni; titolare della prima Cattedra di Sociologia della conoscenza in Italia, istituita presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Alma Mater di Bologna. Il professore era nato a Bologna il 30 novembre 1930, e qui si era laureato in Filosofia e dalla città emiliana ha dato avvio alla sua lunga carriera accademica (ha insegnato anche nelle università di Lecce e Macerata).

La sua attività di studioso, coniugata a quella di abile editorialista per molte testate giornalistiche, ha spaziato dalla sociologia della cultura, alla filosofia morale e alla filosofia della religione. Chi scrive ha letto con profitto alcuni libri del professore, in particolare ricordo La cultura cattolica e il nichilismo contemporaneo (Rusconi, 1979). Da questo libro scelgo un estratto che da una parte ci aiuta a ricordare il professor Morra e dall’altra, per il Timone e i suoi lettori, vorrei fosse qualcosa da rileggere ogni tanto. Per ricordarci chi siamo. Al professore, infine, va una prece e un grazie.

«Il pericolo costante del cattolicesimo è il ritardo culturale, al quale si può rimediare solo con la riconquista di quella identità cristiana, che costituisce l’unum necessarium per la fondazione di un progetto educativo nuovo e alternativo.

La riconquista dell’identità non cela alcun progetto di esclusione o settarismo; intende solo non mimetizzare il cristiano, non camuffarlo, perché possa parlare il linguaggio chiaro del Vangelo, in una totale disponibilità per l’altro, ma alla luce della Verità rivelata e custodita da quella tradizione che è Chiesa.

Il cristiano non si deve lasciare intimorire dalla trappola ricattatrice del pensiero laicista, che accusa di integralismo chiunque voglia essere cristiano senza aggettivi. A questa accusa il cristiano può rispondere: se integralismo significa fanatismo e clericalismo, certo non lo sono, anche se so dove andarlo a cercare; ma se integralismo significa coerenza e decisione, rifiuto di compromessi, allora il mio integralismo coincide con il mio cristianesimo». (Gianfranco Morra, La cultura cattolica e il nichilismo contemporaneo, Rusconi 1979, pag. 206)

Foto Imagoeconomica

Potrebbe interessarti anche