lunedì 28 novembre 2022
  • 0
NEWS 4 Agosto 2022    di Federica Di Vito

La ricetta per non passare di moda

È difficile l’estate non accorgersi di quanto i pantaloncini si facciano sempre più simili a mutande e l’orlo delle t-shirt si alzi vertiginosamente. Fermarci all’apparenza dell’estetica non aiuta a fare una riflessione sul messaggio che si manda. È il caso di dire oltre all’ombelico c’è di più. E quel di più è la modestia, questa sconosciuta. 

La modestia non riguarda solo i vestiti che indossiamo, ma soprattutto l’energia che investiamo per attirare l’attenzione su noi stessi. Se apriamo la Bibbia è l’apostolo Paolo a suggerirci qualcosa di prezioso incoraggiando le donne ad adornarsi di riverenza, «Le donne si adornino d’abito convenevole, con verecondia e modestia: non di trecce e d’oro o di perle o di vesti sontuose, ma d’opere buone, come s’addice a donne che fanno professione di pietà» (1 Tim. 2:9-10). C’è un impresa cattolica che ha fatto suo questo passo e offre valide alternative per vestirsi con eleganza e autenticità. Si tratta di Modas Jacinta creata e diretta da ABC Prodein, una ONG internazionale di ispirazione cattolica che ha come missione la diffusione di “istruzione, azione pro-vita e imprenditorialità produttiva”.

Non si limita a fare eco all’abbigliamento attuale che ripete il solito ritornello sostenibile, green, reusable e plastic free, ma promuove il lavoro delle donne nelle situazioni più vulnerabili. Parlando con EWTN Noticias, suor Andreana Acevedo, membro di ABC Prodein e coordinatrice di Modas Jacinta in Venezuela, ha affermato che il progetto è ispirato al messaggio che la Vergine di Fatima ha dato a Santa Giacinta Marto sul letto di morte.

«Stanno arrivando delle mode che offendono molto nostro Signore. Le persone che seguono Dio non dovrebbero camminare con la moda, la Chiesa non ha moda. Nostro Signore è sempre lo stesso», ha detto la Vergine Maria a santa Giacinta in una visione prima di morire, secondo padre Juan de Marchi nel suo libro La vera storia di Fatima. E se la moda è in continua evoluzione, un atteggiamento modesto non passa mai di moda. L’umiltà e la modestia che scegliamo di indossare o di mostrare con le nostre parole e i nostri pensieri rappresentano un dono al corpo che il Signore ha pensato per noi. La nostra esteriorità parla di Dio al mondo per prima.

Suor Andreana ha ricordato che la Madonna ha detto a santa Giacinta che «i peccati che stanno portando più anime all’inferno sono i peccati della carne», in questo senso, vestirsi modestamente è importante per tre motivi: «in primo luogo, perché il nostro corpo merita rispetto; secondo, perché siamo un tempio dello Spirito Santo e dobbiamo vestirci secondo la nostra grande dignità di figlie di Dio”; e terzo, perché Gesù lo ha rivelato a Santa Caterina da Siena».

Diciamocelo, sapersi vestire con eleganza e modestia significa anche ricordarsi che il nostro corpo non è eterno e dobbiamo imparare a vestirci in base alla nostra età. Così commenta suor Andreana: «Saper combinare e anche saper vestirsi in base all’età che hai e all’occasione per cui ti vesti», questo è fondamentale, «Credo anche che unire modestia con femminilità nell’abito sarà sempre all’altezza dell’eleganza», ha aggiunto.

Parlando più nel dettaglio del progetto racconta che l’imprenditorialità è nata come progetto sociale che ha vinto un concorso dell’ambasciata francese in Venezuela. Come parte del progetto, «insegniamo il mestiere di cucire a un gruppo di donne delle mense comunitarie che abbiamo qui in Venezuela». Al centro del progetto la cura è rivolta anche all’ambiente: «Abbiamo creato il nostro laboratorio, in cui produciamo abbigliamento con piccole percentuali di riciclaggio, cioè che sono anche rispettosi dell’ambiente e, allo stesso tempo, difendiamo la modestia e la modestia».

La suora ha annunciato che in ottobre troveranno la loro «prima scuola di cucito per dare opportunità alle donne vulnerabili nelle mense, specialmente a quelle che serviamo qui in Venezuela», una percentuale delle vendite poi sarà assegnata «all’educazione dei bambini che serviamo qui nelle nostre scuole», ha concluso.

Per saperne di più o acquistare l’abbigliamento di Modas Jacinta, puoi visitare il suo account Instagram e Facebook o inserire il seguente link: https://www.modasjacinta.org/


Potrebbe interessarti anche