lunedì 28 novembre 2022
  • 0
NEWS 26 Agosto 2022    di Redazione

“Giocare con Dio”: lo spirito di allegria negli scritti di Albino Luciani

Il 26 agosto 1978 veniva eletto papa Giovanni Paolo I e il prossimo 4 settembre papa Francesco lo proclamerà beato. Per gentile concessione de Le Edizioni Ares pubblichiamo alcuni estratti di Giocare con Dio, pp. 256, € 19,oo. Un’antologia pensata per l’occasione che raccoglie scritti di Luciani, alcuni inediti, così come sono stati raccolti e ordinati dal suo segretario a Vittorio Veneto, don Francesco Taffarel (1936-2014) e da lui donati all’amico giornalista Nicola Scopelliti. Contiene una prefazione di Franco Nembrini e una postfazione del primo postulatore di Luciani, mons. Enrico dal Covolo. 

di Albino Luciani

[…] «La fame del diavolo

Un giorno il diavolo ebbe fame, prese un sacco e decise di andare a cacciare le anime. Voleva mangiarsi un bocconcino prelibato. Si nascose fra gli alberi vicino alla casa di un santo uomo, e aspettò. Il santo uomo trascorreva la giornata a pregare e a compiere gesti di bontà. Anche il diavolo ne fu ammirato.

Ma un giorno il diavolo osservò che sull’anima bianchissima di quel santo vecchio c’era una piccolissima macchia: al tramonto il vecchio si affacciava alla finestra a guardare il sole tramontare e provava un attimo di melanconia e di tristezza.

Al diavolo bastò questo. Concentrò tutti i suoi sforzi verso quell’attimo di tempo e vi mise dentro angoscia, amarezza, disperazione. Così riuscì a far cadere l’uomo e a mangiarselo.

Un buon consiglio

Un uomo andò a trovare il santo Curato d’Ars e gli domandò: – Signor Curato, ho intenzione di fare una grande opera buona; vorrei da lei un consiglio!

Rispose il santo: – Il mio consiglio è questo: fate un po’ di chiasso ai piedi del Crocifisso!

Mani vuote

Un uomo cristiano era preoccupato di osservare la legge di Dio e di non fare peccati. Diceva:

– Voglio andare a letto ogni sera con la coscienza pulita, per presentarmi sereno e sicuro davanti a Dio.

Un giorno morì e comparve davanti a Dio e gli disse: – Signore, sono qui per ricevere il premio di tutta la mia vita, non ho fatto peccati!

Gli domandò il Signore: – Sei sicuro di aver evitato tutti i peccati?

– Sì, Signore, guarda le mie mani: esse sono pulite!

– Saran pulite, ma sono completamente vuote!

Non basta non fare il male, ma bisogna fare il bene, come dice la parabola dei talenti.

Non sono in vendita

Due genitori entrano in un negozio di giocattoli, guardano i giocattoli allineati sugli scaffali. C’erano bambole che ridevano e piangevano, giochi elettronici, cucine in miniatura. Non riuscivano a decidersi quale giocatolo comperare. Alla commessa la mamma spiegò:

– Noi abbiamo una bambina molto piccola, ma siamo fuori casa tutto il giorno e spesso anche di sera.

Continuò il papà:

– È anche una bambina che sorride poco e noi vorremmo comperarle qualcosa che la possa rendere felice, anche quando noi siamo fuori casa… perché sia felice anche quando è sola!

Rispose la commessa:

– Mi dispiace, ma noi non vendiamo genitori!

Allora, non sei sposata!

Un bambino piccolo chiede alla mamma:

– Mamma, cosa dice la gente quando si sposa?

– Promette di amarsi e di trattarsi con rispetto per sempre!

Dopo un po’ di silenzio, il bambino dice:

– Ma, allora, tu mamma, non sempre sei sposata!». […]

 

Abbonati alla rivista!


Potrebbe interessarti anche