venerdì 03 febbraio 2023
  • 0
NEWS 23 Agosto 2017    

Giussani: «Dobbiamo servire il Signore da gente votata, che vive per combattere per il suo Regno»

da Vita di Don Giussani, di Alberto Savorana (Rizzoli)

 

...da Celle Ligure, il 27 gennaio 1948, [don Giussani] si scusa con la sorella Brunilde di avere lasciato passare il giorno del suo compleanno – «anche se l’attendevo da tanto» – senza averle scritto. E pensando al suo futuro, le dice: «Quale che sia la vita che abbraccerai, una cosa c’è da fare, Brunilde […]: servire il Signore Gesù. Ma non servirlo come ogni uomo lo deve servire o lo serve di fatto con una vita à peu près cristiana: servirlo da avanguardia, servirlo da gente votata, e che, più che per ogni altra cosa, vive per combattere per il suo Regno. […] Io ho sempre sognato così di te, Brunilde: di sentirti doppiamente sorella, sorella vera, “aiuto” e “compagna” in ciò che io faccio con tutta la mia passione».