domenica 21 luglio 2024
  • 0
«Guai a deviare dall’insegnamento biblico sull’uomo e sulla donna»
NEWS 9 Febbraio 2023    di Giuliano Guzzo

«Guai a deviare dall’insegnamento biblico sull’uomo e sulla donna»

Come il Timone ha già segnalato, dopo la fase diocesana e la fase delle Conferenze episcopali e delle Chiese orientali, il Sinodo dei Vescovi sulla sinodalità (2021-2024) è entrato in una nuova fase, con l’apertura dei lavori della parte europea. Lavori che sono in corso nella città di Praga, la capitale della Repubblica Ceca, dove fino al 9 febbraio prossimo si trovano riuniti – in presenza e per via telematica – circa 200 delegati delle varie conferenze episcopali europee.

In tale sede, si stanno susseguendo vari interventi di vescovi e cardinali. Degno di nota, oltre a quello di monsignor Jan Graubner – di cui si è già parlato su queste colonne – risulta l’intervento fatto dal Cardinale Marc Armand Ouellet, canadese prefetto emerito del Dicastero per i vescovi e presidente, sempre emerito, della Pontificia commissione per l’America Latina. A dare notizia di quanto ha affermato il porporato è stato il sito Infocatolica, che ha riportato una sintesi dell’omelia cardinalizia della messa mattutina del secondo giorno dell’assemblea continentale.

Una omelia che pare essere stata particolarmente sentita dal momento che Ouellet si è soffermato sun argomento tutt’altro che marginale, anzi particolarmente caldo, ovvero non già la possibilità bensì la necessità di mantenere – nella fase europea del Sinodo mondiale in corso a Praga, appunto – l’insegnamento biblico su uomini e donne, senza deviare da esso. «L’immagine di Dio nell’uomo include la coppia e la sua fecondità», ha anzitutto chiarito il cardinale.

L’uomo, ha inoltre sottolineato il cardinale canadese, è stato creato da Dio come maschio e femmina non già per caso, bensì «affinché ci sia una relazione di amore spirituale e fisico tra l’uomo e la donna». Ouellet ha poi voluto segnalare come la partecipazione delle coppie all’amore di Dio «purifica e santifica l’amore umano e ne moltiplica le possibilità di felicità»; e questo nonostante, purtroppo, «l’uomo peccatore spesso» rifiuti tale grazia, «preferendo scelte proprie che lo allontanano dalle vie di Dio».

Ancora, il prefetto emerito del Dicastero per i vescovi ha esortato quanti stanno prendendo parte alla fase sinodale a basare le loro deliberazioni e decisioni sull’antropologia cristiana così come è esposta nella Bibbia. Chiaro, in tal senso, l’invito sempre di Ouellet a tenersi alla larga da una «interpretazione della Parola di Dio che contraddice ciò che effettivamente essa afferma». Un monito, quest’ultimo del cardinale canadese, che purtroppo lascia intendere che il percorso sinodale sia, almeno ora, ad alto rischio di deviazioni dalla dottrina cristiana e dal magistero della Chiesa (Fonte foto: Tv2000/screenshot YouTube).

ABBONATI ALLA RIVISTA!

 

 

 

 


Potrebbe interessarti anche