sabato 31 ottobre 2020
  • 0
NEWS 17 luglio 2014    
«Guardia medica» dello spirito. Bisogno di un prete, a qualsiasi ora? A Vienna basta fare il 142
Dieci anni fa è stata introdotta nell’arcidiocesi di Vienna la «chiamata d’emergenza al sacerdote». «Se qualcuno ha bisogno urgentemente di un prete, di solito chiama nella parrocchia e sul messaggio registrato trova l’indicazione del numero di telefono 142 che è il riferimento alla chiamata di emergenza sacerdotale per la consulenza», spiega Bernhard Linse, segretario del Vicariato per la città di Vienna. Con un sistema di filtraggio delle telefonate «si capisce se effettivamente c’è la necessità della presenza fisica di un sacerdote — molti problemi possono essere discussi e risolti via telefono perché c’è sempre un prete addetto al counselling — ma, nel caso, si contatta un presbitero che raggiunge chi chiama». Analizzando il servizio, Linse evidenzia che «nella maggior parte dei casi è la richiesta del sacramento dell’unzione degli infermi, ma anche il conforto ai parenti che accompagnano malati gravi, e spesso le chiamate vengono da piccoli ospedali e case di cura». Il Vicariato di Vienna assicura la disponibilità quotidiana su chiamata di un sacerdote per ognuna delle 4 zone della città, e ogni prete compie tra 6 e 9 interventi l’anno: «Ogni giorno, quattro preti sono pronti, e se uno è impegnato si muove quello più vicino», ha detto il segretario del Vicariato. Il sacerdote d’emergenza «è una iniziativa molto apprezzata nella città di Vienna».

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Per navigare controcorrente.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: