lunedì 30 gennaio 2023
  • 0
NEWS 21 Ottobre 2015    

Il card. Pell sul Sinodo: «Sono preoccupato per la dottrina, non un frondista di Papa Francesco»

Dopo il turbine della lettera inviata al Papa da 13 cardinali preoccupati per il Sinodo sulla famiglia ‒ la cui notizia è stata data per primo dal vaticanista Andrea Tornielli in un articolo sul quotidiano La Stampa, finito subito (com’è giusto) nella rassegna stampa della Conferenza Episcopale Italiana ‒, il vero o presunto ispiratore della missiva, il cardinale australiano George Pell, ha parlato alla Catholic News Agency.

Fra le molte e importanti cose che Pell dice, una è decisiva e indispensabile sopra tutte le altre giacché getta luce piena sull’atteggiamento suo e di molti suoi esimi colleghi nell’episcopato, i quali non sono affatto (come farebbe comodo a certa stampa, a certa politica e a certo clero) la “fronda” malcontente dell’attuale pontificato, ma solo e sempre dei pastori semplicemente seri. «Una delle mie preoccupazioni principali», ha infatti detto il card. Pell a proposito del Sinodo, «è per la dottrina, e il Papa ha detto che la dottrina non sarà intaccata. Non sono un ribelle o un oppositore del Papa». Altro che slogan, è una bandiera.