venerdì 03 febbraio 2023
  • 0
NEWS 9 Luglio 2022    di Lorenzo Bertocchi

Il devoto Biden cerca voti sull’aborto

Il Presidente sedicente cattolico Joe Biden ha firmato ieri un ordine esecutivo «sulla protezione dell’accesso ai servizi di assistenza sanitaria riproduttiva». In poche parole una bella risposta a quanto la Corte Suprema ha sentenziato togliendo dall’alveo costituzionale americano il diritto all’aborto. Il devoto Biden ha così formalizzato le istruzioni ai Dipartimenti della Giustizia e della Salute e dei Servizi Umani per contrastare i tentativi di limitare la capacità delle donne di accedere ai farmaci abortivi o di viaggiare oltre i confini del proprio Stato, per accedere ai servizi clinici abortivi.

Nel discorso che ha accompagnato la firma dell’ordine il presidente ha attaccato senza mezzi termini la Corte, se ancora qualcuno avesse dubbi su cosa lo ha spinto verso questo atto. «Non possiamo permettere», ha detto, «che una Corte Suprema fuori controllo, che lavora in collaborazione con elementi estremisti del Partito Repubblicano, ci tolga le libertà».

Lo sguardo di Biden, ovviamente, è rivolto verso le elezioni di medio termine, in programma a novembre, e suona la gran cassa chiamando a raccolta i Democratici. «Abbiamo bisogno di altri due senatori pro-choice e di una Camera pro-choice per codificare la Roe», ha detto facendo capire chiaramente dove punta, nonostante la sua popolarità sia ai minimi termini tra i cittadini americani. Non a caso i dem si sono buttati a pesce sulla questione aborto, facendola diventare la loro bandiera verso le elezioni.

Il motivo? Semplice: Biden ai minimi di popolarità, l’inflazione, la guerra in Ucraina per cui i cittadini manifestano sempre più insofferenza… Insomma i Dem americani spingono nell’angolo i Repubblicani sul tema aborto, facendo leva sui cosiddetti “moderati”, un ventre molle che abita anche l’elettorato Repubblicano e che è sostanzialmente favorevole all’aborto. Una scommessa giocata con cinismo e sulla pelle dei bambini abortiti e delle donne, vendendo la scelta per l’aborto come un prodotto di salute riproduttiva.

 

Abbonati alla rivista..fino a domenica c’è lo sconto!


Potrebbe interessarti anche