lunedì 28 novembre 2022
  • 0
NEWS 11 Gennaio 2022    di Federica Di Vito

Il ginecologo che offre ecografie gratuite: 350 donne non abortiscono più

Che la gentilezza salva il mondo può sembrare una frase fatta. Ma in alcuni casi salva letteralmente le vite. In Alabama c’è un ginecologo che ha aiutato più di 350 madri a cambiare idea sull’aborto offrendo ecografie gratuite. La storia del dottor Matthew Phillips e della sua organizzazione pro-life Life on Wheels è raccontata su Montgomery Advertiser nella serie speciale People to Watch.

Matthew Phillips ha fondato Life on Wheels circa cinque anni fa per fornire ecografie e test di gravidanza gratuiti alle donne che intendevano abortire. L’organizzazione senza scopo di lucro dispone di tre strutture mobili a Montgomery e Birmingham che offrono servizi gratuiti al di fuori delle strutture per l’aborto, dei centri per la gravidanza e del campus dell’Alabama State University. Sono più di 350 le donne ad aver cambiato idea dall’inizio dell’attività dell’organizzazione e altrettante sono state le vite salvate. In tutto, 6.000 donne hanno disposto gratuitamente dei loro servizi secondo il sito web dell’organizzazione.

«Ho capito il potere degli ultrasuoni per consentire a una donna di prendere una decisione sulla sua gravidanza», ha detto Phillips al giornale. «Un bambino ti cambia la vita, ma come tutte le crisi della nostra vita, se qualcuno può essere al tuo fianco e aiutarti, la maggior parte delle crisi può essere superata». La missione di Life on Wheels è questa. E come tutte le missioni è portata avanti nella libertà e senza giudizio.

Il ginecologo ha raccontato la storia di una delle sue ex pazienti che aveva perso il lavoro dopo il parto e rischiava di perdere anche la casa. Quando si è rivolta all’organizzazione per chiedere aiuto, uno dei membri del consiglio ha chiesto ai Servizi Sociali Cattolici di pagare due mesi dell’affitto e alla fine è riuscita a riprendersi il lavoro. Life on Wheels è a favore della vita, ma Phillips ha detto che non fanno pressioni sulle donne in un modo o nell’altro e sostengono le donne in tutti i casi. Sperano in questo modo di scardinare gli stereotipi negativi secondo cui i sostenitori della vita agiscono con durezza e critiche.

Phillips ha concluso che sperano di espandersi per avere un centro mobile al di fuori di ogni centro per aborti in Alabama. «Siamo apertamente pro-vita e vorremmo che l’aborto non ci fosse. Ma non è questo il nostro scopo. Il nostro scopo è amare le donne dove sono e incontrarle dove sono. Pensiamo che Cristo farebbe lo stesso».


Potrebbe interessarti anche