lunedì 26 febbraio 2024
  • 0
Il Signore è la mia fortezza. Il fascino senza tempo del monastero russo di Kirillo-Beloserskij
NEWS 23 Luglio 2015    

Il Signore è la mia fortezza. Il fascino senza tempo del monastero russo di Kirillo-Beloserskij

Immagini che parlano da sole del monastero di Kirillo-Beloserskij, che sorge sulle rive del lago Siverskoe, nella Regione di Vologda, nel nord della Russia. Tra le sue spesse fortificazioni costruite nel XVII secolo, come difesa dagli attacchi di svedesi e lituani, il complesso religioso ospita due monasteri e undici chiese.

Il suo fondatore fu il santo monaco Kirill Belozerskij (1337-1427). Costui nacque a Mosca da una nobile famiglia, fu battezzato con il nome di Koz’ma e rimase orfano di entrambi i genitori da bambino. Nel 1380 prese i voti, assumendo il nome di Kirill, al monastero Simonov di Mosca. Conobbe san Sergio di Radonez e ne divenne discepolo. Nel 1387 l’archimandrita del monastero, Fëdor, fu nominato vescovo di Rostov e l’anno successivo Kirill prese il suo posto, ma lo lasciò presto preferendo l’isolamento della cella. Dopo una visione della Madre di Dio che gli ordinava di andare al Nord, Kirill lasciò il monastero e si fermò sulle rive del lago Siverskoe, dove nel 1397 costruì il primo nucleo del monastero che poi prese il suo nome e nel tempo diventò il più importante della Russia settentrionale. Qui Kirill impose una regola monastica molto severa, con un gran numero di privazioni, scrisse lettere e sermoni, costituì una ricca biblioteca. Fu canonizzato dalla Chiesa ortodossa nel 1547.