lunedì 28 novembre 2022
  • 0
NEWS 14 Novembre 2022    di Redazione

Il sinodo tedesco e la morale sessuale: “Lo famo strano?”

Da oggi prende il via in Vaticano la visita ad limina apostolorum dei vescovi tedeschi. Fino al 20 novembre saranno a Roma e incontreranno Papa Francesco, assemblearmente e in incontri singoli, e vari prefetti e presidenti di Congregazioni e Consigli vaticani. La visita assume un significato importante nel percorso sinodale che Francesco ha fatto intraprendere alla chiesa tutta, in quanto proprio il sinodo che ha visto impegnata la chiesa tedesca rappresenta l’avanguardia di ciò che forse tutta la chiesa dovrà discutere quando il sinodo sul sinodo si concluderà a Roma nel 2024.

Per capire di cosa si sta parlando, e qual è la posta in gioco, è interessante il lavoro che l’iniziativa laicale tedesca “Nuovo inizio” ha messo a disposizione sul web. «Lasciamo che a parlare siano i testi», dicono. E così hanno raccolto per diversi temi le citazioni più importanti sia per il testo di orientamento che per tutti e quattro i forum del cammino sinodale tedesco.

Vediamo nel concreto alcune di queste citazioni letterali, quelle in materia di morale sessuale.

_________________________________________________________________________________________________________________

„Vivere in relazioni riuscite – Linee di fondo di una rinnovata etica sessuale”
Testo base seconda lettura per la quarta Assemblea sinodale del 08/10 settembre 2022, approvata con sì: 159 voti, no: 33, astenuti: 4. Il testo tuttavia è stato respinto in quanto più di un terzo dei vescovi in assemblea ha votato “no”).

Alcune citazioni originali dal Testo base:

(Preambolo): “Oggi riconosciamo che l’etica sessuale della Chiesa ha favorito anche crimini di violenza sessualizzata perpetrati nella Chiesa.”

(Preambolo): “Ci impegniamo, ciascuno e ciascuna nella propria sfera di responsabilità, tenendo conto delle conoscenze acquisite dalle scienze umane e realizzando il messaggio di Gesù, secondo cui Dio ama tutti gli uomini, a provvedere a un cambiamento della dottrina e della prassi della Chiesa nel trattare la sessualità umana. […] Soprattutto la dottrina che considera eticamente legittimi i rapporti sessuali solo nel quadro di un matrimonio legale e solo nella permanente apertura alla procreazione di discendenti ha portato a una profonda rottura tra il Magistero e i fedeli.”

(B.7.2.): “La sessualità autostimolante non è una forma di puro innamoramento di sé, bensì un’altra importante forma di sessualità umana accanto alle relazioni interpersonali.”

(B.8.9.): “Gli atti di benedizione per coppie dello stesso sesso sono controversi nella Chiesa. Per questo motivo possono e devono essere trovati rituali e atti di benedizione distinti per forme di vita diverse dal matrimonio – nonostante il giudizio negativo della Congregazione per la Dottrina della Fede del 15 marzo 2021.”

(B.2.3.): “Il riconoscimento dell’equivalenza e della legittimità degli orientamenti non eterosessuali, delle loro pratiche e della loro relazione, … l’eliminazione della discriminazione basata sull’orientamento sessuale sono una urgente necessità. … (B.2.4.) In tale ottica non solo è cosa normale essere diversi, ma è anche cosa diversa l’essere normali.”

_______________________________________________________________________________________________________

Testo propositivo di azioni: “Rivalutazione magisteriale dell’omosessualità” (approvato in data 09.09.2022, sì: 170 voti, no: 14, astenuti: 9)

Alcune Citazioni originali dal Testo propositivo di azioni:

(24-26) “L’orientamento sessuale è parte inseparabile di ogni persona umana. Esso non è oggetto di scelta personale e non è modificabile. … Dal momento che l’orientamento omosessuale appartiene all’essere umano così come egli*ella è stato/a creato/a da Dio, esso non deve essere giudicato eticamente in modo differente dall’orientamento eterosessuale.”

(84-92): “La posizione attuale delle scienze umane è che l’omosessualità e la bisessualità non sono né malattie o disturbi, né qualcosa che si possa scegliere. Piuttosto, rappresentano naturali variazioni minoritarie delle strutture umane di preferenza sessuale. Queste preferenze sessuali … sono … non modificabili. … L’omosessualità … è una variante normale e non una “variante minore” (Testo base A 2.3). Appartiene in quanto normale al creato di Dio, che è cosa buona.”

(128-133): “Le paure scaturite dalla dottrina sessuale della Chiesa vigente finora, riguardo al tema … in generale e all’omosessualità in particolare, sono cause sistemiche dei crimini di abuso perpetrati nella Chiesa, dal momento che in molti casi per causa loro è ostacolato o addirittura impedito lo sviluppo di una sessualità matura. Tra le altre cose, in tale contesto, è d’impedimento il fatto che finora l’omosessualità è considerata un ostacolo all’ordinazione.”

A questo link è possibile leggere tutte le citazioni dei testi del sinodo tedesco, tradotti anche in italiano.


Potrebbe interessarti anche