venerdì 1 marzo 2024
  • 0
Il vescovo di Shangai era «un soldato di Gesù Cristo». Pechino: da morto merita solo una “funeral home”
NEWS 19 Marzo 2014    

Il vescovo di Shangai era «un soldato di Gesù Cristo». Pechino: da morto merita solo una “funeral home”

La morte di mons. Giuseppe Fan Zhongliang, vescovo ordinario di Shanghai, ma non riconosciuto dal governo cioè ancora e sempre fedele alla Chiesa universale, crea problemi alla leadership neopostcomunista cinese. Una fonte di AsiaNews nella città afferma che la data e il luogo dei funerali non sono stati ancora decisi, ma a causa delle restrizioni in cui vive tutta la comunità cristiana, il funerale sarà molto semplice e di basso profilo, essendo mons. Fan non riconosciuto come vescovo.

I fedeli volevano che la salma venisse posta in una chiesa di Shanghai per la devozione e la preghiera dei fedeli. Invece è stato imposto di esporre la salma in una funeral home. Le autorità locali hanno però permesso ai fedeli di poter visitare la salma solo per due giorni: oggi e domani, dalle 9 del mattino fino alle 17.