lunedì 21 settembre 2020
  • 0
NEWS 23 aprile 2014    
In Cina si parla molto di più di Gesù Cristo che del comunismo. E infatti il numero dei fedeli cresce

Una recente ricerca pubblicata su The Leaf Nation ha restituito dei risultati insospettabili.
Sul “Sina Weibo”, il twitter cinese, si parla molto più di Gesù che del comunismo.
Per fare qualche esempio, la ricerca della parola “Bibbia” ha prodotto oltre 17 milioni di risultati recenti, mentre il “Libretto Rosso” che contiene le citazioni degli scritti e dei discorsi di Mao Tse-tung ha ricevuto poco meno di 60mila commenti. Allo stesso modo “Congregazione Cristiana” raccoglie quasi 42 milioni di post o commenti, mentre “Partito Comunista” 5,3 milioni. Sono 18 milioni i commenti su Gesù ma appena 4 milioni quelli su Xi Jinping, Segretario Generale del Partito Comunista Cinese.
Pur volendo considerare la feroce censura governativa, bisogna comunque sottolineare che la religione cristiana non gode di buona accoglienza da parte del governo cinese.
Nonostante questo, il numero di fedeli si moltiplica. Come riporta lo stesso sito di “Foreign policy”, il numero di cristiani è cresciuto rapidamente negli ultimi vent’anni, con cifre molto importanti. Mentre le stime ufficiali del governo parlano di 25 milioni di cristiani cinesi, diversi osservatori esterni stimano che il numero reale si avvicini ai 60 milioni.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: