domenica 21 luglio 2024
  • 0
In migliaia a Roma alla Manifestazione per la Vita
NEWS 21 Maggio 2023    di Manuela Antonacci

In migliaia a Roma alla Manifestazione per la Vita

Nemmeno la pioggia ha fermato il popolo per la vita che ha sfilato nel pomeriggio di sabato 20 maggio, a Roma partendo in corteo da piazza della Repubblica fino a piazza san Giovanni.

Un serpentone colorato di circa 3500 persone per gridare che la vita è bella, in qualunque condizione si manifesti e che anzi, in questa società conviene scommettere sui bambini, sulle mamme ma anche sui più fragili. Un invito forte, quello partito dal palco della manifestazione, a non lasciare da sole le donne che desiderano potare avanti la gravidanza, anche e soprattutto quando sono in una condizione di difficoltà.

Così come hanno testimoniato diverse madri o mancate tali che hanno condiviso pubblicamente o il dolore di aver rinunciato a portare avanti una gravidanza di fronte alla possibilità di dare alla luce un figlio down o al contrario la difficoltà nell’optare per la vita, di fronte alla diagnosi di trisomia 21 dopo poche settimane di gravidanza. In entrambi i casi le giovani donne hanno sottolineato chiaramente il ruolo decisivo dell’ ambiente circostante nell’influenzare la loro scelta in un modo o nell’altro altro.
E’ stata la manifestazione delle famiglie e dei bambini come aveva assicurato Maria Rachele Ruiu del direttivo di ProVita & Famiglia, portavoce della manifestazione, insieme a Massimo Gandolfini. Sul palco anche alcuni rappresentanti della federazione europea per la vita ONEOFUS che hanno sottolineato che un’ Europa che miri davvero all’inclusivita’ non può che accogliere le vite più indifese a partire da quelle dei bambini. Presenti anche la Presidente di ONEOFUS Marina Casini, la portavoce della Marcia per la vita francese Aliette Espieux che ha condannato con forza la proposta del presidente di Macron di inserire l’ aborto nella carta dei diritti dell’Unione Europea.
Un messaggio di vicinanza è arrivato anche da parte del presidente della conferenza episcopale, il cardinale Zuppi che, attraverso la voce di Massimo Gandolfini, ha esortato a dire sì alla vita «da quella nascente, custodita in un grembo materno, a quella che si sta aprendo all’eternità in un letto di ospedale».

L’hanno fatta da padrona anche le oltre 120 associazioni che di fatto hanno costituito il cuore del corteo, pregando cantando e gridando slogan. Tra queste l’immancabile congregazione religiosa Istituto del Verbo incarnato che, come ha dichiarato al Timone, il suo superiore, padre Tomas Bonello ha la missione di «Difendere i diritti naturali e soprannaturali, in un’epoca in cui la natura è fortemente combattuta».
Presente alla Manifestazione  anche l’ex sindaco Gianni Alemanno che ha spiegato il motivo per cui ha partecipato anche quest’anno «ad una manifestazione che da sempre sta dalla parte dei più deboli. Marciare oggi insieme a queste persone è voler dar voce ad una comunità che parla di diritto alla Vita, ma che promuove una presa di posizione che non può essere una scelta di parte».

ABBONATI ALLA RIVISTA!


Potrebbe interessarti anche