mercoledì 28 ottobre 2020
  • 0
NEWS 23 giugno 2015    
La bestemmia corre anche su Facebook. Una petizione a Mark Zuckerberg chiede di rimuoverla immediatamente

C'è su Facebook una pagina blasfema (che appunto per questo non mostriamo) dedicata alla Vergine Maria, e carica di insulti, ingiurie, parolacce (dette da Lei in un cartoon quando scopre di essere incinta di Gesù...), foto orride...

C'è su Facebook una pagina così, e su Facebook ci resta.

C'è su Facebook una pagina oscena, eppure la censura del noto social network che si scaglia volentieri contro tutto ciò che giudica (attraverso i suoi famosi logaritmi) "omofobo", "razzista", "sessita", etc. viene prontamente bloccato.

C'è su Facebook una pagina indegna di un essere umano, e praticamente nessuano batte ciglie per un distorto, anzi perverso concetto di libertà di espressione o forse solo per torpore e letargia.

C'è su Facebook una pagina che grida di dolore e di vergogna, ma per fortuna c'è anche chi si muove affinché venga rimossa rviolgendo una petizione al fondatore dirigente di Facebook, Mar Zuckerberg.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Per navigare controcorrente.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: