lunedì 21 settembre 2020
  • 0
NEWS 30 aprile 2014    
La Chiesa Armena beatifica in blocco i martiri del genocidio del 1915. 1 milione e mezzo di cristiani uccisi
Il 24 aprile 1915 iniziava l'orrendo e sistematico sterminio del  popolo armeno nei territori dell'Impero ottomano. L'obbiettivo dei Giovani Turchi, organizzazione nazionalista nata all'inizio del XX secolo che architettò ed eseguì la matatnza, era quello di creare uno stato nazionale turco sognando poi di unirlo al resto dell’universo turcofono dell’Asia Centrale. Ne risultò una strage enorme, un vero e proprio genocidio costato la vita a un milione e mezzo di cristiani armeni.
Oggi la Chiesa Armena, dopo quasi quattro secoli dall'ultima proclamazione, annuncia l'avvio del processo di beatificazione di tutti quei martiri, in blocco. Il processo verrà completato nel 2015 durante le celebrazioni per il centesimo anniversario del genocidio.
Zhirajr Kevork Mokini Poturljan, Consigliere della Chiesa Aramana, ricorda gli avvenimenti con un grande articolo da studiare, meditare e conservare.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: