domenica 07 agosto 2022
  • 0
NEWS 6 Marzo 2022    di Fabrizio Porcella

La predica corta della domenica #10 – Tu Chiesa a cosa servi in questo mondo?

I domenica di Quaresima, 6/03/2022

Commento al Vangelo di Luca 4, 1-13

La I Domenica di Quaresima ci presenta le tre tentazioni di Gesù; Gesù è il nuovo Adamo, venuto a ricapitolare l’intera storia umana per farne una nuova da consegnare al Padre.

Gesù oggi Lo troviamo nel deserto; il primo Adamo stava in un giardino, e con la sua disobbedienza lo trasformò in una landa di spine e rovi. Il nuovo Adamo sta nella creazione desertificata dal peccato umano, per trasformarla nella realtà che Dio da sempre aveva pensato.

Ciò che unisce le 3 tentazioni è il tentativo di Satana di rinnovare con Cristo ciò che aveva compiuto con i Progenitori: convincere la libertà umana di Gesù che Dio non è buono, che le Sue vie per noi sono ingiustamente impervie, soprattutto che è possibile una strada per la felicità alternativa a quella prevista dal Padre.

Dio chiede fiducia ed obbedienza, Satana propone indipendenza ed emancipazione, una salvezza “fai da te” più rapida e facile di quella prevista dal disegno divino.

Nella prima tentazione, quella del pane, scorgiamo la sconcertante attualità della proposta satanica.

Hai fame? E a che cosa ti serve il tuo potere se non risolvi subito questo problema?

Vediamo come alla Chiesa si riproponga il medesimo dilemma: Tu, Chiesa, a che cosa servi in questo mondo? Non ti accorgi che il tuo messaggio è inutile, ormai non lo ascolta più nessuno? Pensa, invece, ai problemi veri, pensa a risolvere i guai che assillano tanta gente oggi, persone che hanno fame, che patiscono la disoccupazione, che soffrono per questa interminabile epidemia…. Non vedi che sono queste le vere urgenze? Ancora non capisci che il tuo solito cristianesimo è superato ed inutile? Che è così che sarà dichiarato dal mondo?

Eppure, soprattutto oggi, occorre una Autorità, una voce che, in tutta la Terra, continui a dire con forza : Non di solo pane, non di sola salute fisica, vive l’uomo.

Questa “santa inutilità” è la Croce sulla quale Cristo ha voluto la Sua Chiesa.


Potrebbe interessarti anche