venerdì 27 gennaio 2023
  • 0
NEWS 31 Luglio 2022    di Don Roberto De Meo

La predica corta della domenica – Essere e avere

XVIII Domenica del Tempo ordinario (Lc 12,13-21)

Gesù dice: «La vita dell’uomo non dipende dai suoi beni». Cioè: il valore dell’uomo non sta in ciò che egli possiede.

C’è qui un radicale contrasto tra la mentalità di Cristo e la mentalità del mondo; contrasto che potrebbe essere espresso dai due verbi più usati della lingua italiana: il verbo “avere” e il verbo “essere”.

Per il mondo l’uomo vale per quello che ha: «Quanto hai in banca? Hai la casa in montagna? Hai l’automobile fuori serie?». Con queste domande o con altre simili a queste, il mondo classifica un uomo.

Per Cristo l’uomo vale per quello che è: «Chi sei? Che cosa sei? Sei vicino a Dio col tuo cuore e col pensiero di ogni giorno? Sei giusto? Sei buono e caritatevole con gl altri?». Con queste domande il Signore ci aiuta a fare una stima di quello che davvero valiamo.

Notiamo che «l’avere» resta sempre esterno all’uomo e dovrà presto o tardi essere completamente abbandonato. «L’essere» invece è interno a noi e accompagna l’uomo anche di là dalla morte.

Perciò il Signore ammonisce: Guardatevi da ogni avidità, cioè da ogni smodato desiderio di avere. Preoccupatevi invece di “essere”, cioè di crescere nella vostra ricchezza interiore!


Potrebbe interessarti anche