giovedì 29 febbraio 2024
  • 0
La «Vandea polacca» in film. Quanto Varsavia sconfisse l’ateismo comunista con l’aiuto della santa Vergine
NEWS 28 Aprile 2014    

La «Vandea polacca» in film. Quanto Varsavia sconfisse l’ateismo comunista con l’aiuto della santa Vergine

Bitwa Warszawska 1920, ovvero “La battaglia di Varsavia, 1920” è un film storico diretto dal regista Jerzy Hoffman, classe 1932, uscito nelle poche sale cinematografiche che lo hanno proiettato nel settembre 2011, il primo film polacco in 3D. Su YouTube è facile reperire l’intero film in polacco e qualche spezzone o trailer in inglese.

La pellicola narra gli eventi della guerra scatenatasi quando l’Unione Sovietica decise d’invadere militarmente la Polonia nel tentativo di ridurla al comunismo. Ma non fu quello il giorno. Tra il 12 e il 25 agosto 1920, durante la Festività dell’Assunzione di Maria, l’esercito polacco, agli ordini del maresciallo Jozef Pilsudski, sconfisse definitivamente l’Armata Rossa di Lev Trotzky contro ogni legittima e ragionevole aspettativa umana. La Polonia cattolica aveva scatenato una reazione grandiosa contro l’ateismo comunista in armi, cui prese parte anche la popolazione civile.  Per questo l’episodio, dal nome del fiume che bagna la capitale polacca Varsavia, teatro di quello scontro estremo, è noto come “Miracolo della Vistola”. Fu la prima volta che la potentissima Armata Rossa veniva sconfitta militarmente sul campo. La seconda verrà decenni dopo, quando Mosca cercò, fallendo, di sottomettere l’Afghanistan.

Lo storico militare Alberto Leoni ha dedicato a quell’epopea un articolo comparso su Il Timone del maggio 2010.