mercoledì 28 febbraio 2024
  • 0
L’Aifa dà la pillola gratis a tutte. Tanti saluti alla natalità
NEWS 22 Aprile 2023    di Lorenzo Bertocchi

Di vedetta – Il podcast del direttore

L’Aifa dà la pillola gratis a tutte. Tanti saluti alla natalità

Le politiche per la natalità, di cui si fa un gran parlare, ricevono una spinta considerevole dall’Aifa, l’Agenzia italiana del farmaco, che ieri attraverso il suo Comitato prezzi e rimborsi (Cpr) ha approvato la decisione di fornire gratuitamente la pillola anticoncezionale per le donne di tutte le fasce d’età (non solo le under 25 che in alcune regioni avevano già questa “copertura”). Allo Stato costerà circa 140 milioni di euro all’anno.

La decisione, ha detto la presidente del Cpr dell’Aifa Giovanna Scroccaro al Quotidiano sanità, è stata presa prima della scadenza del mandato e dell’arrivo della riforma dell’Agenzia, attesa per l’estate.

Non ci meraviglia questa decisione, solo ci lascia un po’ straniti l’idea di spendere questi spiccioli mentre si fa un gran parlare dell’Italia che si estingue demograficamente. Se il sesso era già spuntato, e il crepuscolo della riproduzione in Italia un fatto acclarato, ora c’è anche la gratuità.

Ci si ama poco e il rapporto è banale, occasionale, funzionale. La protezione è un ottimo strumento non tanto per dare al sesso il giusto valore, ma solo per farlo a caso, per banalizzare e non per amare. Ormai ha più valore la protezione del sesso: più sei protetto più sei un fenomeno, meno sei protetto più vai in bianco.

In un film di qualche anno fa, due aitanti trentenni finiscono vorticosamente a letto dopo cena presi da una insostenibile passione. Ma, sul più bello ecco che lei chiede il preservativo. Dice di prendere la pillola, ma non si sente sicura, oltre alla protezione riproduttiva, vuole anche quella epidemiologica. Lui si riveste e insieme prendono la macchina, ancora eccitati, cercando il primo distributore di preservativi. Lo trovano, ma è guasto, ripartono e fanno qualche miglio per trovare una farmacia: chiusa. A questo punto risalgono in macchina, sempre meno eccitati, e trovano un market, ma nulla anche in questo caso. Si è fatta una certa e il desiderio se n’è andato. Tutti a nanna dopo un bel tour di periferia in automobile, e i due aitanti trentenni metrosessuali si trasformano in due impiegati del sesso responsabile.

La richiesta di protezione aumenta tanto più il sesso è a caso, diminuisce tanto più il sesso ha almeno un barlume di affetto. Anche su questo, sul barlume di affetto, si potrebbe investire, il problema è che in questo caso non servono soldi.

ABBONATI ALLA RIVISTA!


Potrebbe interessarti anche