domenica 29 novembre 2020
  • 0
NEWS 4 novembre 2020    di Redazione
Louisiana: escluso il “diritto” di aborto dalla costituzione

Martedì gli elettori della Louisiana hanno approvato un emendamento costituzionale, scritto da un democratico pro-vita, per impedire ai tribunali di affermare un “diritto all’aborto” o al finanziamento pubblico dell’aborto, nella costituzione dello Stato. Conosciuto come “Emendamento sulla vita dell’amore”, il provvedimento aggiornerà la costituzione della Louisiana affermando che «nulla in questa costituzione deve essere interpretato per garantire o proteggere un diritto all’aborto o richiedere il finanziamento dell’aborto».

La senatrice dello stato Katrina Jackson, una democratica pro-vita, ha scritto l’emendamento quando era rappresentante dello stato, insieme a dozzine di politici di entrambe le parti. «È importante capire che l’emendamento non è un divieto di aborto. Mantiene semplicemente la politica sull’aborto nelle mani dei nostri legislatori piuttosto che dei giudici statali», ha scritto Jackson in un editoriale su The Advocate il mese scorso.

«Il nostro corpo di leggi pro-vita garantisce che le donne abbiano il potere di conoscere la verità sulla loro gravidanza prima di un aborto, che le minori che cercano un aborto abbiano il consenso dei genitori e che i bambini nati vivi dopo un aborto fallito ricevano cure mediche immediate. La nostra legge garantisce anche che non un dollaro dei dollari pagati con le tasse statali finanzi l’aborto. Eppure queste leggi e altre sono a rischio se non approviamo l’emendamento», ha detto Jackson.

La Louisiana avrebbe già una legge che vieterebbe l’aborto – con alcune eccezioni per salvare la vita della madre – se la Corte Suprema ribaltasse la Roe v. Wade. Jackson aveva anche scritto una legge bipartisan che richiedeva che le cliniche abortive fossero tenute ad avere gli stessi standard dei centri chirurgici, che la Corte Suprema però ha respinto a giugno. Quattro giudici hanno stabilito, con la causa Medical Services, LLC v. Russo, che questa legge avrebbe reso impossibile il rispetto della stessa da parte delle cliniche abortiste, senza offrire un significativo beneficio per la salute delle donne. Il giudice Stephen Breyer è il promotore di questo parere e il giudice capo John Roberts ha acconsentito a far pendere l’equilibrio della corte 5-4 contro la legge della Louisiana. L’Unsafe Abortion Protection Act, come quella legge era conosciuta, ha ricevuto un ampio sostegno da entrambe le parti nella legislatura statale ed è stata firmata dall’allora governatore Bobby Jindal, R, nel 2014. (Fonte)


Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Per navigare controcorrente.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: