domenica 27 settembre 2020
  • 0
NEWS 1 agosto 2014    
«Mai senza mia figlia». In un film tutti i rischi e spesso il dramma dei matrimoni misti con i musulmani
«Mai senza mia figlia!» è un film del 1991. Nella trama Betty, una madre del Michigan, nel 1984 viene condotta in Iran dal marito Sayed insieme alla loro figlioletta con l’intenzione di incontrare i suoceri. La donna si trova immediatamente coinvolta all’interno di una cultura sconosciuta per lei difficilmente comprensibile e, quando giunge il momento di ripartire per gli Stati Uniti, apprende dalla voce del consorte una notizia sconcertante: Sayed ha progettato di restare in Iran con lei e la figlia, volendo che questa cresca come una musulmana. Diretto dal regista Brian Gilbert sulla scorta del  romanzo autobiografico di Betty Mahmoody,  il film, anche se non è di eccelsa fattura, resta però attualissimo sui rischi dei matrimoni misti, con persone di fede islamica. Da vedere e riflettere. Con un pensiero anche al caso, seppur diverso, di Meriam.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: