mercoledì 28 ottobre 2020
  • 0
NEWS 15 giugno 2015    
Müller: non conta quanti vescovi appoggiano una certa tesi, ma la qualità  della loro dottrina

da Messa in Latino

 

Tra gli eminenti relatori del IV convegno sul Summorum Pontificum, organizzato in questo fine settimana (13-14 giugno 2015) all'Angelicum dall'Amicizia Sacerdotale Summorum Pontificum di padre Vincenzo Nuara OP, particolarmente significativo e di rilievo è stato l'intervento del cardinale Gerhard Ludwig Müller.

Il Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, nel suo pur breve intervento, ha pronunciato alcuni concetti forti e espliciti, che saranno di sicuro destinati ad uscire dall'ambito del Convegno e ad avere certa eco nei prossimi giorni. (...)

Il cardinale ha espressamente affermato e dichiarato che «la fedeltà alla Tradizione è la fedeltà ad un Evento», lasciando intendere che non è solo un modo di far rivivere, in forme nostalgiche, riti appartenuti ad un passato fasto, ma piuttosto è la fedele (perché tramandata nei secoli) celebrazione autentica del Sacrificio incruento della Croce (l'evento).

Sulla Tradizione ha poi aggiunto:

«la Tradizione è il contenuto della Sequela» a Cristo «che ha voluto chiamarsi Verità».

Il Prefetto dell'ex Sant'Uffizio ha anche detto che «non conta il numero dei vescovi [su una certa questione] ma la qualità della loro dottrina».

È nostra opinione ritenere che soprattutto queste ultime parole faranno discutere. Potranno in qualche modo soccorrere i fedeli del Summorum Pontificum, delegittimando quei vescovi che senza motivo, ma solo per partito preso, avversano la Tradizione e in modo specifico, ostacolano (o vietano) la celebrazione delle Messe in rito antico adducendo futile e infondate giustificazioni.

È anche nostro avviso ipotizzare infine che tale affondo rivolto da Müller a certa parte ribelle dell'episcopato, il cardinale lo abbia pensato anche per altri argomenti, come ad esempio la comunione ai risposati, l'indissolubilità del matrimonio e le coppie di fatto.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Per navigare controcorrente.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: