lunedì 21 settembre 2020
  • 0
NEWS 4 aprile 2014    
Nagasaki, l’atomica che incenera la Chiesa nipponica. Le immagini impressionanti raccolte da Google
Sul perché dopo aver incenerito Hiroshima gli americani vollero sganciare una seconda bomba atomica su Nagasaki, il 9 agosto 1945, per piegare il Giappone a una resa che era già inevitabile,  gli storici hanno fornito delle spiegazioni di carattere bellico. Fatto sta che in un colpo solo vennero cancellati oltre due terzi del cattolicesimo nipponico. Un cattolicesimo praticamente azzerato due volte nell’arco di tre secoli: l’altra volta fu con la persecuzione che culminò nella rivolta di Shimabara, di cui ha dato conto Rino Cammilleri nel suo stupendo romanzo storico Il Crocifisso del Samurai, e nel Quaterno del Timone La grande rivolta dei samurai cristiani.
Google, nel suo servizio “Cultural Institute”, che raccoglie fotografie di momenti storici, propone un reportage impressionante di come si presentò dopo lo scoppio della bomba il distretto di Urakami, a nord di Nagasaki, dove tra il 1600 e la seconda parte del 1800 si concentrarono i cristiani che conservarono nel segreto la propria fede. Il cuore della “Chiesa del silenzio” giapponese. La bomba cadde esattamente in quel punto, annichilendo la comunità cattolica e lasciando in macerie la Cattedrale che era stata costruita tra il 1895 e il 1914. Il suo canonico, Saburo Nishida, si stava recando in chiesa per confessarsi in previsione della festa dell’Assunzione. Ad attenderlo in confessionale c’era il curato Fusayoshi Tamaya. Entrambi morirono all’istante.

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: