lunedì 19 aprile 2021
  • 0
NEWS 1 aprile 2021    di Redazione
Come ottenere l’indulgenza plenaria durante la Settimana Santa

L’indulgenza plenaria è la remissione dell’intera pena temporale dovuta a peccati già perdonati, si tratta della piena manifestazione della misericordia di Dio nei confronti degli uomini. L’indulgenza è una remissione che il fedele, debitamente disposto e a determinate condizioni, acquista per intervento della Chiesa, la quale, come ministro della Redenzione, con la sua autorità, dispensa ed applica il tesoro delle soddisfazioni di Cristo e dei santi

Per ottenere le indulgenze il fedele deve essere:

  • battezzato, poiché l’atto di giurisdizione delle indulgenze può essere esercitato solo su chi appartiene al Corpo mistico di Cristo, che è la Chiesa;
  • non scomunicato, in quanto se lo fosse non potrebbe partecipare né alle indulgenze né alle pubbliche preghiere della Chiesa;
  • in stato di grazia, perché il debito della pena temporale si può cancellare dopo la cancellazione della colpa e della pena eterna per mezzo della confessione sacramentale;
  • intenzionato ad ottenere l’indulgenza, poiché il beneficio non può essere concesso a chi non lo vuole.

L’indulgenza plenaria può essere ottenuta durante la Settimana Santa per se stessi o per una persona deceduta se viene eseguita una delle seguenti opere stabilite dalla Chiesa:

Giovedì Santo

  1. Se durante la solenne esposizione del Santissimo Sacramento (tipicamente su un altare laterale), che segue la Messa della Cena del Signore, reciti o canti l’inno eucaristico “Tantum Ergo”.
  2. Se adori per mezz’ora il Santissimo Sacramento solennemente.

Venerdì Santo

  1. Se veneri la Croce nella solenne celebrazione della Passione del Signore.
  2. Se partecipi pienamente alla Via Crucis

Santo sabato

  1. Se due o più persone pregano il Santo Rosario.
  2. Se partecipi alla celebrazione della Veglia Pasquale di notte e rinnovi le tue promesse battesimali.

Condizioni generali:
Un’indulgenza plenaria richiede che l’individuo sia in stato di grazia al completamento degli atti e abbia completo distacco dal peccato. La persona deve anche confessare sacramentalmente i propri peccati e ricevere la Comunione, fino a circa 20 giorni prima o dopo l’atto di indulgenza. Una sola confessione sacramentale è sufficiente per più indulgenze plenarie. Per ogni indulgenza plenaria che si richiede, tuttavia, sono richieste una Santa Comunione separata e una preghiera separata per le intenzioni del Santo Padre. La preghiera per le intenzioni del Santo Padre è lasciata alla scelta del singolo, ma vengono suggeriti il ​​Padre Nostro e l’Ave Maria.


Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il Timone

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone dal tuo PC, da tablet o da smartphone

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: