lunedì 22 luglio 2024
  • 0
Papa Francesco: «Nessuno può onestamente dubitare della decenza di papa Wojtyla»
NEWS 24 Aprile 2023    di Lorenzo Bertocchi

Papa Francesco: «Nessuno può onestamente dubitare della decenza di papa Wojtyla»

Il titolo dell’articolo pubblicato ieri dal quotidiano argentino La Nacion, a firma di Joaquín Morales Solá, è già una prima notizia: «Papa Francesco progetta di andare in Argentina nel 2024». Il viaggio, secondo quanto riporta l’articolo, avverrebbe l’anno prossimo perché «il Papa odia essere associato alle correnti politiche argentine, siano esse al governo o all’opposizione» e quindi ecco che il 2024 potrebbe essere la volta buona, visto che le elezioni presidenziali a Buenos aires sono in programma nell’ottobre prossimo.

Il ritorno in patria di papa Bergoglio si attende da anni, da quel 2013 in cui fu eletto sulla Cattedra di Pietro un po’ a sorpresa. Il viaggio era in programma nel 2017, quando Francesco doveva andare appunto in Cile, Argentina e Uruguay, ma alla fine si optò solo per Cile e Perù, rinviando le altre due mete.

Nell’articolo de La Nacion c’è anche un importante virgolettato attribuito a Francesco ancora a difesa della dignità del suo predecessore Giovanni Paolo II, oggetto di «illazioni» a proposito del presunto coinvolgimento nella triste storia del caso di Emanuela Orlandi, la ragazza di quindici anni, cittadina vaticana, scomparsa il 22 giugno 1983 in circostanze mai chiarite. «Giovanni Paolo II», ha detto Francesco, «è stato santo in vita e lo è formalmente dopo la morte. Nessuno può onestamente dubitare della decenza di papa Wojtyla».

Parlando dei suoi predecessori, il Papa ha detto che gli manca Benedetto XVI. «Ci siamo visti molto più di quanto si sappia, soprattutto negli ultimi tempi quando era evidente che la sua salute si stava irrimediabilmente deteriorando», ha detto. Un dettaglio viene fornito anche sul futuro di monsignor Georg Ganswein, storico segretario di papa Ratzinger, «Francesco», riporta l’articolo, «ha deciso che Gänswein può decidere se restare in Italia o tornare in Germania, ma qualsiasi opzione deve essere fuori dalle mura vaticane».


Potrebbe interessarti anche