mercoledì 29 maggio 2024
  • 0
Più del 50% dei fedeli Usa non sa cosa sia l’eucaristia
NEWS 5 Ottobre 2023    di Lorenzo Bertocchi

Più del 50% dei fedeli Usa non sa cosa sia l’eucaristia

A Roma i padri sinodali sono riuniti per la prima assemblea generale del cosiddetto Sinodo sul sinodo, che tanto fa discutere in questi giorni per gli scontri che lo animano dall’interno. I principali temi oggetto di scontro riguardano essenzialmente la benedizione di coppie gay in chiesa, la possibile ordinazione delle donne al diaconato e al sacerdozio, il concetto stesso di sinodalità.

Per quanto si possa ritenere opportuno discuterli basta guardarsi intorno per verificare che i fedeli semplici, quelli che ancora dicono di andare a messa e frequentare i sacramenti, non solo sono sempre meno, ma anche sempre più dotati di fede liquida.

Una recente indagine negli Stati Uniti, pubblicata il 26 settembre e realizzata dal Centro di ricerca applicata all’apostolato (CARA) affiliato all’Università di Georgetown, ha rilevato che la frequenza settimanale alla Messa dei credenti americani nel 2022 è attestata al 17% (con un calo rispetto al 2019 del 7%). Il dato fa il paio con quello che abbiamo rilevato insieme a Euromedia research nell’indagine “Gli italiani e la fede” pubblicata sul Timone di luglio/agosto 2023, dove si rilevava una percentuale di credenti che partecipano alla Messa settimanale pari al 13,80% sul totale della popolazione italiana.

L’indagine del CARA è stata realizzata anche per capire come si era evoluta la situazione negli Stati Uniti dopo l’indagine condotta nel 2019 dal Pew Research Center, che aveva desolatamente rilevato che «solo un terzo dei cattolici americani (31%) afferma di credere che “durante la Messa cattolica, il pane e il vino diventano effettivamente il corpo e il sangue di Gesù”». Nel 2022 il CARA rileva un miglioramento di questo dato visto che «il 49% degli intervistati ha correttamente riconosciuto che la Chiesa insegna che “Gesù Cristo è veramente presente sotto le specie del pane e del vino», anche se la maggioranza (51%) parla del pane e del vino eucaristici come «simboli delle azioni di Gesù durante l’Ultima Cena, il che significa che Gesù è presente solo simbolicamente nel pane e nel vino consacrati».

Riprendendo ancora i numeri dell’indagine pubblicata dal Timone sugli italiani e la fede, si vede che questa confusione esiste chiaramente anche nel Belpaese sede del papato. Alla domanda “Che cos’è per lei l’eucaristia?” gli italiani che dichiarano di andare a messa rispondono per il 50,10% “un simbolo del Corpo di Cristo”, mentre rispondono “il reale corpo di Cristo” il 32,20%.

Negli Stati Uniti il CARA commenta scrivendo che «i dati delle risposte alle domande indicano che ” la maggioranza di coloro che non credono nella Presenza Reale non rifiutano l’insegnamento, poiché non sanno che questo è ciò che insegna la Chiesa».

Al Sinodo i padri convocati avranno modo di occuparsi di questa ignoranza su un sacramento così vitale per la fede cattolica? Perché senza le «basi del mestiere», parafrasando Mario Brega in una famosa scena del film di Carlo Verdone “Un sacco bello”, è difficile che i pastori possano poi impostare un dialogo proficuo con il gregge.

ABBONATI ALLA RIVISTA!


Potrebbe interessarti anche