lunedì 22 luglio 2024
  • 0
Quell’attimo fuggente di travestitismo che oggi la pubblicità  si sente in dovere di solleticare ovunque
NEWS 5 Settembre 2014    

Quell’attimo fuggente di travestitismo che oggi la pubblicità si sente in dovere di solleticare ovunque

William Hill è una delle più note maison di scommesse: online con il pc, via app su cellulari e tablet, e onnipervasiva in tivù. Quello qui proposto è uno dei suoi spot pubblcitari più brevi (incisivi?) e visti. Dimenticabile, certo.
 
Ma qual è la necessità di solleticare la pruderie dell'ammiccamente trans per cercare di spingere il pubblico a giocare e a scommettere denaro? Nessuna. Per ottenere quel risultato si sarebbero potuti infatti tranquillamente impiegare mille altri giochi d'immagine, gag e suggestioni. Ma oggi va di moda così e dunque così fan tutti. Allungando l'elenco dei prodotti che vogliono imporsi nelle nostre case imponendoci il conformismo omosessualista, da Findus a Campari.