giovedì 24 settembre 2020
  • 0
NEWS 6 aprile 2020    
New York, meccanico cattolico rinuncia all’affitto di 200 inquilini

Il cattolico Mario Salerno, proprietario di diversi immobili a Brooklyn, New York, ha rinunciato a riscuotere l’affitto di aprile da 200 inquilini, con lo scopo di aiutarli finanziariamente di fronte all’epidemia di coronavirus che sta colpendo gravemente anche gli Stati Uniti, il paese con il maggior numero di casi registrati in tutto il mondo.

New York è lo stato con il maggior numero di casi in tutto il paese con 114.174 malati e 3.565 morti. La situazione ha causato la costruzione di un ospedale da campo nel famoso Central Park e camion refrigerati sono installati all’esterno degli ospedali per far fronte all’elevato numero di morti. I casi negli Stati Uniti raggiungono cifre superiori a 327.000 con un totale di 9.326 morti.
In un dialogo con EWTN News Nightly, Mario Salerno ha affermato che, quando ha preso la decisione di non riscuotere l’affitto, ha detto a tutti i suoi inquilini: “Non preoccuparti, non farti prendere dal panico. Stiamo attraversando periodi molto difficili con questa mostruosa malattia, quindi ho intenzione di rinunciare a tutto l’affitto per aprile”.

“La mia fede cattolica è ciò che mi ha fatto prendere questa decisione per rispetto al valore della vita. Prego ogni giorno. Da quando sono in quarantena prego e chiedo al buon Dio di sconfiggere questo virus maligno”, ha spiegato.
Salerno, che possiede anche un’officina meccanica e un benzinaio nella città di Brooklyn a Williamsburg, ha detto che ha deciso di rinunciare all’affitto anche “perché molti dei miei inquilini hanno perso il lavoro e volevo che avessero un po’ di tranquillità. Come persona, mi sono sentito più a mio agio assicurandomi che avessero del cibo sulle loro tavole, cosa che alcuni non avevano”, ha aggiunto.
Quando gli è stato chiesto in merito alla quantità di denaro a cui ha rinunciato, Mario ha risposto: “Non voglio davvero occuparmi per queste cose. È irrilevante se lo confrontiamo con il valore di una vita umana. Ciò che importa sono le vite delle persone”.
Salerno ha detto che ha comunicato la sua decisione con “un cartello sulla porta in cui ho detto a tutti gli inquilini che è molto importante che siano al sicuro, che aiutino i vicini e si lavino le mani”.

Molti inquilini di Mario Salerno sono giovani e la maggior parte sono disoccupati a causa della crisi del coronavirus. Uno di loro dice a EWTN News Nightly che la decisione del proprietario “è stata davvero meravigliosa e ne avevo davvero bisogno, mi sta aiutando a rendere tutto più facile e con molto meno stress”. Un altro giovane inquilino afferma che “Mario è davvero una delle persone più gentili che abbia mai incontrato. Quello che ha fatto è di grande aiuto per tutti.”

Nel suo ufficio, dove ha anche alcune immagini religiose, Mario dice che “ho il mio piccolo santuario dove prego. Quando ci sono momenti difficili, prego il buon Dio. Non penso che aver rinunciato agli affitti mi renda un eroe, in realtà è una cosa davvero umana. Quindi, se posso rendere le cose più facili nella vita di qualcuno, allora lo faccio. ” ha detto. (Fonte)

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: