mercoledì 23 settembre 2020
  • 0
NEWS 5 agosto 2020    di Redazione
Sacerdote libanese chiede preghiere dopo l’esplosione mortale di Beirut

L’Ex Superiore del Santuario di San Charbel, p. Charbel Beirouthy, OLM, ad Annaya, in Libano, ha chiesto preghiere dopo che, il 4 agosto, a Beirut, si è verificata un’esplosione devastante.

«Lode a Nostro Signore Gesù Cristo», inizia così il video di p. Charbel. «Stasera, sto realizzando questo video per chiedere a tutti voi di pregare per il nostro amato paese Libano. Come sapete, stasera a Beirut è avvenuta una grande esplosione. Gran parte della città è stata distrutta, molte persone sono ferite e alcune di loro hanno perso la vita. Chiedo cordialmente il vostro supporto. Per favore sostienici con le tue preghiere e possa il Signore benedirci tutti. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen».

Ecco la sua richiesta di seguito:

I cattolici maroniti rappresentano circa il 35 percento della popolazione libanese, mentre i musulmani rappresentano circa il 60 percento. Il Libano si sta rivolgendo a San Charbel per chiedere aiuto durante questa crisi. Il paese riconosce il monaco e eremita libanese come un santo capace di guarigioni miracolose sia per i cattolici che per i musulmani.

Centinaia di persone sono rimaste ferite o uccise e moltissimi edifici sono stati distrutti. La causa esatta dell’esplosione è ancora sconosciuta.

 


Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: