domenica 16 gennaio 2022
  • 0
NEWS 31 Agosto 2015    

«Signore, estirpa dalla mia anima cià che il nemico vi ha piantato». La grande attualità  di san Colombano

 
 
 
 
Siamo nel pieno dell’anno dedicato ai 1400 anni della morte del monaco irlandese san Colombano (542?-615), grande artefice dell’Europa cristiana. Bobbio (in provincia di Piacenza) è la capitale delle celebrazioni perché qui, nel 614, il santo fondò il monastero che ne porta il nome, fu faro di fede e di civiltà, e alla fine spirò.
Il monaco Giona (600-659?), incaricato di redigerne in latino la biografia, riporta una preghiera di san Colombano ancora perfettamente attuale:


«O Signore Iddio, sradica, estirpa dalla mia anima tutto ciò che il nemico vi ha piantato.
Togli dal mio cuore e dalle mie labbra tutta l'iniquità, dammi l'intelligenza e l'abitudine del bene,
affinché in opere e verità io non serva che Te solo: io sappia compiere i precetti del Cristo
e cercare Te, o mio Dio! Accordami la memoria, la carità, la fede.
Signore opera in me il bene e donami ciò che Tu giudichi essermi utile. Amen»