domenica 09 maggio 2021
  • 0
NEWS 5 agosto 2020    di Giulia Tanel

Sull’immigrazione i vertici religiosi «non hanno senso di realtà». Parola di Peter Hahne

Peter Hahne (foto a dx), teologo evangelico, giornalista, conduttore televisivo e autore di best seller non ha usato mezzi termini nell’attaccare i vertici religiosi tedeschi che, sul tema dell’accoglienza degli immigrati, vedono il mondo con le lenti distorte dell’ideologia, senza tenere in debita considerazione quella che è la realtà dei fatti. «L’ingenuità è la sorella minore della stupidità», ha infatti affermato, secondo quanto riporta Die Tagespost. «Questo è il minimo che si possa dire dopo l’ora di consacrazione della Merkel da parte dei nostri pastori, che è stata davvero un’ora da favola».

Secondo Hahne, il cardinal Reinhard Marx per la Chiesa cattolica e Heinrich Bedford-Strohm, vescovo evangelico luterano, professore di teologia e dal 2014 Presidente del Consiglio della Chiesa evangelica in Germania (EKD) non hanno concezione di quella che sia la realtà, tanto – appunto – da lasciarsi andare a «un canto di lode per la Cancelliere che sta infrangendo i confini. Tutto è andato così bene, quasi la metà dei rifugiati è salariata, ha pane ed è ben integrata».

Angela Merkel, infatti, pur pagando a livello elettorale la sua scelta, è oramai da anni promotrice della cosiddetta “Wilkommenspolitik”, che prevede una massiccia accoglienza di persone, affiancata a progetti di integrazione delle stesse. Per avere qualche numero, basti sapere che dei 538.000 richiedenti asilo accolti in Europa nel 2017 ben 325.370 sono andati in Germania: più della metà. Il tutto, quantomeno sulla carta, dovrebbe aiutare il Paese a colmare le lacune di personale in specifici settori lavorativi e, di conseguenza, favorire il benessere e aumentare il Pil.

Tuttavia c’è un “ma”, ed è uno degli aspetti contro cui punta il dito Hahne nello sferrare il suo attacco diretto alle gerarchie religiose: il tasso di criminalità in Germania è molto elevato, con anche tristi casi noti alla cronaca di aggressioni nei confronti degli agenti di polizia da parte di persone immigrate, a Stoccarda come a Francoforte. Una situazione che muove il sarcasmo del giornalista: proprio coloro che vengono accolti in virtù di una richiesta di protezione, sono coloro che attaccano, ferendo dei poliziotti e distruggendo interi quartieri…

«La Chiesa, quantomeno ai suoi vertici», chiosa quindi Hahne, «è ben lontana dalla virtù cardinale della saggezza. Il che, in particolare, significa saper decisioni moderate rispetto a una visione d’insieme delle cose», il tutto senza una «prospettiva ideologica di auto-adulazione».


Potrebbe interessarti anche