giovedì 06 maggio 2021
  • 0
NEWS 20 aprile 2020    di Redazione

Un bambino prega in strada per i malati da COVID-19

L’immagine è stata scattata alle 20:00 (ora locale) ad Alen Castañeda Zelada, 6 anni, dalla fotografa Claudia Alejandra Mora Abanto della città di Guadalupe, nel dipartimento di La Libertad. Mora ha usato il suo profilo Facebook per raccontare la storia di questa immagine. Ha detto che lunedì 13 aprile, gli abitanti del suo quartiere si sono riuniti «per pregare e chiedere a Dio di arginare la situazione di emergenza che stiamo vivendo, per condividere speranza e fede».

Aggiunge poi «pochi minuti prima dell’incontro, sono uscita per fotografare tutte le candele accese», quando ha trovato «questo bambino e, approfittando della sua concentrazione, gli ho scattato una foto». «Gli ho chiesto cosa stesse facendo e lui ha risposto, nella sua innocenza, che stava esprimendo un desiderio a Dio e che era uscito perché c’era molto rumore nella sua casa, quindi il suo desiderio non sarebbe stato soddisfatto».

Dopo aver scattato la fotografia, ha detto che un sorriso è apparso sul suo viso, è stata riempita di «fede e speranza» ed è stata felice «di testimoniare l’amore e la fiducia di quel bambino a Dio». «Che bello che questo venga impresso, anche in tempi difficili. Possa la fede non morire mai», ha concluso. Parlando con i media locali , il piccolo Alen ha rivelato che ha iniziato a pregare che Dio «si prenda cura di quelli con questa malattia. Sto chiedendo che nessuno se ne vada, molte grandi persone stanno morendo di questa malattia», ha detto.

Abraham Castañeda Malca, padre del bambino, ha aggiunto: «Siamo una famiglia cattolica e sono rimasto piuttosto sorpreso perché con così tante cose che stanno accadendo in questo mondo: la pandemia e vedere così tante persone che muoiono… È stata una sorpresa, davvero. Mio figlio è un bambino di sei anni e non pensavo che avrebbe reagito in questo modo, è stato sorprendente per tutti noi». In questo quartiere, i residenti si sono organizzati per creare una catena di preghiera ogni sera per la fine della malattia. (Fonte)


Potrebbe interessarti anche