domenica 29 novembre 2020
  • 0
NEWS 13 novembre 2020    di Redazione
Vancouver, giudice sospende “cambio di sesso” su una minorenne

Dopo la richiesta pervenuta da una madre, un giudice della Corte Suprema di Vancouver ha firmato un’ingiunzione temporanea che vietava a un chirurgo di eseguire una doppia mastectomia pianificata su una ragazza di 17 anni che non accetta il suo sesso femminile.  L’ordinanza è arrivata su richiesta della madre della ragazza, identificata nel documento del tribunale come A.M. a tutela dell’identità della figlia, che viene invece identificata come S.B. L’ingiunzione del 3 novembre, che è stata resa pubblica , impedisce al chirurgo estetico Daniel Mckee e al dottor Andrea Szewchuk, il medico generico della ragazza, «di fornire consigli o patrocini in preparazione, promozione o esecuzione di una doppia mastectomia o qualsiasi intervento chirurgico fino alle 16:00 del 27 novembre 2020, momento in cui scadrà l’ingiunzione, a meno che non sia stata prorogata per ordine del tribunale».

La domma e il suo avvocato, Carey Linde, si erano sforzati di discutere i trattamenti  della ragazza, ma invano. L’ingiunzione è stata chiesta quindi per dare alla madre il tempo necessario per vagliare i protocolli . «Il genitore ha bisogno di vedere tutti i protocolli che hanno portato i due medici a concludere che ciò che intendevano fare è nel migliore interesse del minore», ha detto l’avvocato Linde. La madre ha anche citato in giudizio il dottor Szewchuk per aver prescritto testosterone a sua figlia senza chiedere il permesso ai tutori della ragazza.

In una dichiarazione scritta ai media, la mamma ha espresso le sue preoccupazioni per l’intero processo contestando le affermazioni degli attivisti trans secondo cui interventi chirurgici e ormoni riducono il suicidio e la disforia di genere. «Sono sconvolta dalla mancanza di standard clinici e protocolli medici che autorizzino i medici a somministrare steroidi e mastectomie a ragazze adolescenti che vorrebbero essere ragazzi», ha detto.  «Sono scioccata dal fatto che il governo attraverso TransCare BC supporti tale sperimentazione non scientifica e molto rischiosa. Ci sono poche prove che il trattamento irreversibile riduca la disforia di genere o riduca il tasso di suicidi», ha continuato.

«È oltraggioso che il programma scolastico SOGI 1 2 3 spinga queste ragazze depresse e ansiose a visitare cliniche per il cambio di genere quando ciò di cui hanno bisogno è l’assistenza psichiatrica. Peggio ancora, la legge lascia che tutto sia tenuto segreto ai genitori. Perché il College of Physicians and Surgeons della British Columbia lo consente», ha aggiunto. L’ingiunzione, che Linde ritiene essere la prima del suo genere in Canada, è arrivata poco dopo che il Bill C-6 [disegno di legge per vietare la cosiddetta terapia riparativa] è stato approvato per la seconda lettura alla Camera dei Comuni. Se convertito in legge, Bill C-6 renderà illegale per i genitori dissuadere i propri figli da terapie per il cambio di sesso . Tuttavia, sarà ancora legale per chiunque persuadere questi stessi bambini a perseguire procedure, assumere droghe e consulenza che sostengano l’alterazione del loro aspetto fisico in quello del sesso opposto . (Fonte)


Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Per navigare controcorrente.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: