giovedì 24 settembre 2020
  • 0
NEWS 28 maggio 2020    di Redazione
I vescovi austriaci propongono la benedizione ufficiale per le coppie gay

Il comitato liturgico dell’episcopato austriaco ha recentemente pubblicato un libro che propone una benedizione ufficiale per le coppie omosessuali, una pratica che andrebbe oltre le benedizioni già fatte nella Cattedrale di Vienna e sarebbe contraria all’insegnamento di la Chiesa cattolica. Il testo della commissione presieduta dall’arcivescovo di Salisburgo, Mons. Franz Lackner, include contributi di teologi di lingua tedesca e una sezione liturgica in cui appare un suggerimento su come una coppia omosessuale potrebbe essere benedetta in una chiesa, mettendo in evidenza la «fedeltà ed esclusività» della relazione.

Il titolo del libro è Benedizione delle coppie dello stesso sesso e uno dei suoi autori principali è P. Ewald Volgger, direttore dell’Istituto di studi liturgici e teologia sacramentale dell’Università privata di Linz. In dialogo con il quotidiano diocesano di Linz , il sacerdote 58enne ha detto che spera che questa benedizione ufficiale delle coppie omosessuali sia stabilita «il più presto possibile», sebbene abbia indicato che «secondo il Catechismo della Chiesa Cattolica, gli atti omosessuali non dovrebbero essere condonati in alcun modo e gli omosessuali sono chiamati alla castità». Tuttavia, P. Volgger ha affermato che negli ultimi tempi «c’è stato un movimento su questa materia» e che la revisione del Catechismo potrebbe aiutare a facilitare «una liturgia ufficiale» che si basa «sulla dottrina della Chiesa».

Sulle ragioni del cambiamento nella moralità sessuale della Chiesa, il sacerdote ha affermato che esiste una variazione nella percezione pubblica e ha sottolineato che «la dottrina sull’omosessualità è stata discussa in tutta Europa in modo tale che un’apertura non sia solo discutibile ma anche richiesta». «Vi è anche un numero considerevole di vescovi che vorrebbero vedere come l’area della moralità sessuale viene ripensata per la valutazione delle coppie dello stesso sesso», ha continuato, affermando che un tale cambiamento potrebbe rendere gli insegnamenti della chiesa più accettabili e pertinenti.

Il giornale diocesano osserva che le coppie dello stesso sesso ricevono già una benedizione nella Cattedrale di Santo Stefano a Vienna, ma P. Volgger ha affermato che non è la benedizione che ha in mente. «No, perché probabilmente questa è la benedizione delle coppie dello stesso sesso a San Valentino. Questo è già diffuso e in pratica. Una benedizione, come proposto dal punto di vista liturgico teologico, dovrebbe avere un carattere ufficiale, con il quale la Chiesa esprime l’obbligo di fedeltà ed esclusività del rapporto. A proposito, è un bellissimo messaggio che nella Cattedrale di Santo Stefano ognuno ha un posto ed è benedetto», ha detto il sacerdote. Tra gli autori del testo ci sono diversi teologi tedeschi. Inoltre, e negli ultimi anni, diversi vescovi in ​​Germania hanno parlato a favore della benedizione delle coppie omosessuali nella Chiesa. Dopo una serie di consultazioni a Berlino alla fine del 2019, il presidente della Commissione matrimoniale e familiare dell’episcopato tedesco e l’arcivescovo di Berlino, Mons. Heiner Kock, ha dichiarato che i vescovi tedeschi hanno accettato che l’omosessualità è una «forma normale» di  identità sessuale umana .

L’argomento è al centro dei quattro forum del controverso «processo sinodale» attualmente in corso in Germania. Inoltre, alcuni dei principali membri del Comitato centrale dei cattolici tedeschi (ZDK), incaricati del processo insieme ai vescovi, sono parlamentari che hanno votato a favore della ridefinizione del matrimonio per includere i sindacati gay nel 2017, come riportato poi  CNA Deutsch . Il vescovo di Osnabrück e il vicepresidente della Conferenza episcopale, mons. Franz-Josef Bode, hanno incoraggiato un dibattito sulla benedizione delle coppie omosessuali e un cambiamento nella moralità sessuale della Chiesa. In un’intervista del gennaio 2018 , il Vescovo ha affermato che «dobbiamo riflettere su come valutare in modo diverso una relazione tra due persone dello stesso sesso» e si è chiesto cosa possa essere «buono, positivo e corretto» nei sindacati omosessuali. Allo stesso modo, l’arcivescovo di Monaco, il cardinale Reinhard Marx,  nel dicembre 2019 ha affermato che le coppie omosessuali possono ricevere una benedizione dalla Chiesa «nel senso di accompagnamento pastorale». Per l’arcivescovo di Berlino, questi «sviluppi» sono stati possibili grazie all’esortazione Amoris laetitia di Papa Francesco. Mons. Kock ha partecipato al Sinodo della Famiglia in Vaticano nel 2015 insieme al Cardinale Marx, un evento in cui i vescovi tedeschi hanno esercitato pressioni affinché la  Chiesa accettasse di dare la comunione ai divorziati nella nuova unione.

L’insegnamento cattolico sull’omosessualità è riassunto in tre articoli del Catechismo della Chiesa Cattolica: 2357, 2358 e 2359. In questi articoli la Chiesa insegna che gli omosessuali «devono essere ricevuti con rispetto, compassione e delicatezza. Qualsiasi segno di discriminazione ingiusta sarà evitato nei loro confronti». L’omosessualità come «inclinazione» è «oggettivamente disordinata» e «costituisce per la maggior parte di essi (omosessuali) una vera prova». Supportata nella Sacra Scrittura, la Tradizione ha sempre dichiarato che «gli atti omosessuali sono intrinsecamente disordinati», «non provengono da una vera complementarità affettiva e sessuale» e quindi «non possono ricevere l’approvazione in ogni caso». «Le persone omosessuali sono chiamate alla castità» e «attraverso il sostegno di un’amicizia disinteressata, una preghiera e una grazia sacramentale, possono e devono avvicinarsi gradualmente e risolutamente alla perfezione cristiana».


Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: