lunedì 15 luglio 2019
  • 0
il Timone N. 182 di Marzo 2019
Gilet gialli, l’abito di una crisi

Il movimento dei gilet gialli si inserisce nel panorama politico e sociale francese e non solo: la sua longevità manifesta la profondità del malessere che rivela. Così scrive il filosofo parigino Thibaud Collin, per dire che questo fenomeno deve essere considerato soprattutto come uno dei segnali della crisi della nostra civiltà europea assoggettata alla mondializzazione liberale. Ed è urgente che i cattolici, depositari di una dottrina sociale illuminante ridiventino ciò che non avrebbero mai dovuto cessare di essere, cioè «il sale della terra e la luce del mondo» (Mt. 5, 13-14).

De Gasperi, Schuman e Adenauer, i padri dell’Europa, avevano in comune la storia e una cultura radicata nella fede cattolica. Oggi, scrive Francesco Agnoli, richiamarsi a loro è vano, perché gli attuali politici europei in fondo hanno come valori condivisi il denaro e il cosmopolitismo, per questo è difficile risolvere la crisi che attraversa il continente.

La vicenda della torre di Babele narrata dalla Bibbia, dice Guido Vignelli, mostra che gli uomini che vogliono salire a Dio costruendo un progetto politico di un “regno globale” producono solo divisioni e incomprensione. Una qualsiasi unione che prescinda da Dio non porta all’unione e alla pace universali, ma una umiliante divisione in fazioni…

 

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Marzo.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche

 

Acquista il timone

 

Acquista la versione cartacea

Riceverai direttamente a casa tua il mensile di formazione e informazione apologetica, fede e ragione per non perdere la rotta

Acquista la versione digitale.

Se desideri leggere Il Timone direttamente dal tuo PC, da tablet o da smartphone. Articoli brevi e di facile lettura, per conoscere la verità dei fatti e capire la realtà.

 

Resta sempre aggiornato, scarica la nostra App: