martedì 03 agosto 2021
  • 0
di Giulia Tanel
il Timone N. 204 di Marzo 2021

Casalinghe, non disperate! L’eterno è nel quotidiano

Parla una delle due ideatrici, moglie e mamma, Carrie Gress (foto nel testo), intervistata da Giulia Tanel: «La casa è una delle realtà fondamentali dell’essere umano, si scrivono canzoni al riguardo, le storie finiscono con l’eroe che torna a casa, e si spendono enormi quantità di denaro per migliorarle. C’è un universale desiderio di avere una bella casa, che oggi sembra essere esploso. Anche se non ne abbiamo una, quel desiderio c’è. Quindi le nostre case possono essere una specie di paradiso in terra, o possono essere un assaggio dell’Inferno. Penso che Dio usi il nostro amore per la casa come una sorta di gioco di prestigio, per rivelarci il desiderio che abbiamo di una dimora perfetta, che è il Paradiso, un luogo che nessuno di noi ha mai visto, ma che possiamo immaginare e anche desiderare».

Rimanendo sul concreto, che caratteristiche dovrebbe avere una casa dove «prepariamo le nostre famiglie per il Paradiso» e dove troviamo «l’eterno nel quotidiano»?

«Il concetto chiave è fondamentalmente che una casa degna di questo nome è un luogo dove siamo conosciuti e amati, nutriti, assistiti, dove ci ci sentiamo al sicuro e veniamo preparati per le sfide che inevitabilmente dobbiamo affrontare fuori dalle mura domestiche. Per fare tutto questo non abbiamo bisogno…» (per leggere l’articolo abbonati o acquista Il Timone)

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Marzo.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche