domenica 16 gennaio 2022
  • 0
di AA. VV.
il Timone N. 213 di Gennaio 2022

Fatti non foste per fumarvi la vita

Un referendum in arrivo, l’endorsement del Ministro Fabiana Dadone: la legalizzazione della cannabis sembra una priorità assoluta. Eppure, come scrive Giuliano Guzzo, numeri e studi alla mano, non conviene a nessuno. Dietro ci sono interessi economici, ma soprattutto una perversione della mistica.

Dopo i ruggenti anni Sessanta e Settanta, dove drogarsi era inteso come atto di ribellione, «oggi c’è il tossico della porta accanto», dice al Timone Paolo De Laura, che è passato dal tunnel della droga negli anni Ottanta e oggi è presidente di Anglad a Roma. Lo ha incontrato Marco Guerra.

Un reportage sul campo con chi la droga l’ha vissuta e la combatte. I volti e le storie che i Radicali non conoscono e che siamo andati a vedere con Valerio Pece alla Comunità Shalom, in provincia di Brescia, dove tre ragazzi dimostrano che l’inferno ha il suo sacramento proprio nelle sostanze stupefacenti.

L’esperienza di assunzione di droghe si riferisce a un’assenza di percezione del senso della vita, scrive Mario A. Iannaccone, di significato del tragitto che va dalla nascita alla morte…

(Per leggere il dossier acquista Il Timone o abbonati)

 

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Gennaio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche