sabato 04 dicembre 2021
  • 0
di AA. VV.
il Timone N. 211 di Novembre 2021

Ipotesi sull’Anticristo

In ogni epoca lo spirito assolutamente contrario a Cristo opera contro la sovranità di Dio. È stato con noi fin dall’inizio. San Giovanni ci ricorda che «molti anticristi sono apparsi» (1Gv 2,18); e «chi è il menzognero, se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L’Anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio» (1Gv 2,22-23). La rivelazione divina ci avverte che verrà un periodo cruciale nella storia in cui lo spirito dell’Anticristo si sarà diffuso in tutto il mondo e, al culmine della sua influenza, si incarnerà in una persona che la Scrittura chiama «l’uomo dell’iniquità», «il Figlio della Perdizione», «l’Empio», «l’Anticristo» e «la Bestia».

Ma chi è quest’uomo? Come sarà e come sapremo quando giungerà? Quali le sue idee e le sue azioni? Sarà un politico? Vogliamo sapere se l’Anticristo sarà un militarista o un pacifista, un nazionalista o un globalista, spaventoso nell’aspetto o apparentemente placido, ateo o religioso. Vogliamo sapere da dove verrà, e quale movimento o programma politico specifico proporrà. Abbiamo fame di conoscenza, presumendo erroneamente che la conoscenza ci salverà.

Un’indagine esclusiva del Timone condotta dal grande romanziere canadese Michael O’Brien, che al tema ha dedicato anche una trilogia di romanzi di successo mondiale, da padre Andrés José Bonello, Superiore Provinciale di Italia, Grecia, Albania e Turchia dell’Istituto del Verbo Incarnato, e padre Serafino Tognetti, monaco della Comunità dei Figli di Dio…

Per leggere l’indagine acquista Il Timone o abbonati

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Novembre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche