martedì 07 dicembre 2021
  • 0
di AA. VV.
il Timone N. 208 di Luglio 2021

Salviamo la decenza

Il giudice Giacomo Rocchi, consigliere della Corte di Cassazione, si domanda se quello tra il «buon costume» e la Costituzione italiana è un amore finito…Il paradosso dell’articolo 21 della nostra Carta e la realtà sociale dove il concetto di «osceno» è decisamente relativo, perlomeno la pornografia richiederebbe attenzione anche per violenze e coinvolgimento di minori. Contraddizioni, tra diritto e decenza.

Contro tutti i bigottismi c’è il curioso caso del ruolo della Chiesa cattolica nel favorire l’epoca d’oro di Hollywood. Luigi Piras ci porta agli albori degli studios che nascono come fiera delle trasgressioni, ma sarà l’intervento cattolico a far fiorire i capolavori degli anni Quaranta e Cinquanta. La chiamano censura, ma è stata una leva per la creatività.

Perché, scrive Costanza Miriano, il problema non è entrare in un bikini, ma vigilare su come ci poniamo verso gli altri. Perché la forma è sostanza: la (vera) prova costume e i cinque indispensabili trucchi per superarla.

Beatrice Bocci, finalista a Miss Italia nel 1994, modella, conduttrice Tv, racconta la scoperta della profonda dignità che ci abita e ci rende autentici: la strada verso la libertà si chiama pudore

[per leggere il dossier con tutti gli articoli acquista o abbonati a Il Timone]

 

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Luglio.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche