venerdì 03 febbraio 2023
  • 0
NEWS 28 Dicembre 2021    di Andrea Lavelli

40 giorni per la vita, al via l’iniziativa della Diocesi di Ventimiglia – Sanremo

Prenderà il via oggi la “40 giorni per la Vita” organizzata dalla Diocesi di Ventimiglia – Sanremo per unire tutto il territorio diocesano e tutti coloro che vorranno in una grande preghiera per la vita più fragile e indifesa. Nel concreto si tratterà di 40 giorni in cui sono in programma iniziative di preghiera, veglie, testimonianze e conferenze per rimettere al centro dell’attenzione le gravi tragedie dell’aborto e dell’eutanasia, per implorare Dio per la fine di questi delitti, per la salvezza dei nascituri e dei malati terminali in pericolo e chiedere la sua misericordia per chi ha fatto ricorso a queste pratiche.

La “40 Giorni per la Vita” si aprirà con la Santa Messa celebrata dal vescovo Antonio Suetta nella  festa dei Santi Innocenti martiri, e si concluderà il 6 febbraio in concomitanza con la Giornata Nazionale per la Vita promossa dalla CEI. Nelle parrocchie è stato distribuito il programma e un libro di preghiera realizzato per l’occasione (reperibile anche in formato digitale sul sito web della diocesi) sul quale per ogni giorno della campagna vengono proposte un’intenzione , una meditazione e una preghiera. Le pagine social di “40 giorni per la vita” riporteranno ogni giorno il materiale, in modo da poter rimanere in comunione di preghiera anche con chi vorrà aderire da fuori diocesi. Sono in programma inoltre 4 Adorazioni eucaristiche, una per ciascun vicariato. In aggiunta il vescovo Antonio si recherà ogni giorno in una parrocchia diversa per celebrare la Santa Messa offrendola per l’intenzione della difesa della vita.

Ricco e diversificato è il programma delle conferenze e delle testimonianze in calendario, con ospiti che vivono da protagonisti la battaglia a difesa della vita. L’11 dicembre si comincerà con Giuseppe Noia – docente di Medicina dell’Età prenatale e direttore dell’Hospice perinatale e Centro per la cure palliative prenatali del Gemelli di Roma – mentre il 25 gennaio saranno presenti i volontari de “La Vigna di Rachele,” associazione che offre aiuto e sostegno spirituale e psicologico alle donne che soffrono per la ferita di un aborto volontario. Si concluderà il primo febbraio con il tema caldo del fine vita insieme al vicepresidente di Pro Vita e Famiglia ONLUS Jacopo Coghe e a Massimo Gandolfini, presidente dell’Associazioe Family day.

«Ho fiducia che questa iniziativa possa portare frutti di consapevolezza, responsabilità e impegno in Diocesi e sul territorio. Si tratta di un itinerario di preghiera, personale e comunitario, per implorare dal Signore che siano illuminate le coscienze di tutti gli uomini circa la grave e diffusa piaga dell’aborto e che l’umanità sia condotta a cancellare per sempre un tale efferato delitto contro il dono prezioso della vita, la dignità della donna e la sacralità della missione della famiglia – spiega il Vescovo Suetta – Sarà anche un intenso percorso di formazione affinché si possa infrangere il muro di indifferenza, talvolta ignorante e talvolta colpevole, sulla verità della partica dell’aborto, che è un grave omicidio perpetrato contro una persona innocente. Anche la dimensione della solidarietà animerà questo spirituale pellegrinaggio nel tempo e nei vari luoghi della Diocesi: ad ogni appuntamento come nelle varie Parrocchie sarà possibile contribuire con offerte all’iniziativa “adotta un nascituro” per sostenere concretamente le maternità più minacciate dalla povertà e dalla mancanza di mezzi».

 

Per saperne di più e partecipare alle iniziative basta seguire le pagine social “40 giorni per la vita 2021” su facebook o la pagina instagram @40gpv_2021.


Potrebbe interessarti anche