venerdì 22 ottobre 2021
  • 0
di Giulia Tanel
il Timone N. 210 di Ottobre 2021

Il sex ha distrutto la city, ci vuole un ritorno al reale

Secondo alcuni suoi colleghi e studenti sarebbe un omofobo, misogino, “religiosamente sciovinista” e altri epiteti simili; per molti altri, come l’autore e opinionista George Weigel, è invece un «gioiello lucente nell’alta istruzione americana».

Lui, Anthony M. Esolen, sembra essere superiore a queste disquisizioni sulla sua persona e prosegue sereno nella sua battaglia in difesa della realtà (e, con essa, della Verità). E lascia che a parlare sia il suo curriculum che, solo per citare le cose essenziali, riporta: docente universitario da oltre trent’anni e attualmente professore di letteratura al Magdalen College of the Liberal Arts nel New Hampshire, scrittore pluripremiato, collaboratore di numerosi periodici e illustre dantista.

In occasione dell’uscita della traduzione in italiano di Sex and the Unreal city – The Demolition of the Western Mind (Ignatius Press, 2020), edita dal Timone, Esolen ci spiega perchè si è messo a scrivere un libro così e cos’è questa Città Irreale che ci troviamo ad abitare…

Per leggere l’intervista a Esolen acquista Il Timone o abbonati

Per leggere l’articolo integrale, acquista il Timone di Ottobre.
Acquista una copia de il Timone in formato cartaceo.
CARTACEO
Acquista una copia de il Timone in formato digitale.

Potrebbe interessarti anche